Recanati, “Io nel pensier mi fingo”: ecco la nuova esperienza multimediale di Casa Leopardi

78

RECANATI – Due nuovi spazi  amplieranno i percorsi di visita di Casa Leopardi. A partire da oggi,11 Marzo sarà possibile immergersi nel mondo del poeta percorrendo le sale del “Museo Leopardi” e da Aprile l’installazione multimediale “Io nel pensier mi fingo” animerà le scuderie del palazzo.

Il Museo Leopardi è coinvolgente percorso espositivo permanente che racconta la vita del poeta , attraverso gli oggetti a lui più cari, amorevolmente custoditi nei secoli dai suoi discendenti, nelle stanze del palazzo dove è nato e cresciuto.

Il Museo è allestito nei locali dell’ex frantoio di Palazzo Leopardi e sarà aperto al pubblico da Lunedì 11 marzo 2019 tutti i giorni dalle ore 9 alle 17.30.

Giacomo Leopardi  diventa anche protagonista di un percorso multimediale. E’ stato infatti presentato qualche giorno fa  un luogo fisico in cui poter conoscere con l’ausilio di tecnologie immersive, aspetti inediti del poeta recanatese.

Il tutto sarà allestito nelle antiche scuderie di Palazzo Leopardi e sarà occasione di apprendimento con metodi e tecnologie di ultima generazione.

La nuova esperienza multimediale “Io nel pensier mi fingo” sarà aperta al pubblico dal prossimo 15 Aprile 2019 tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.30.

“Giacomo Leopardi – ha  affermato il Magnifico Rettore dell’Università di Macerata prof. Francesco Adornato – è, dopo Dante Alighieri, il poeta più noto della tradizione letteraria italiana, studiato nelle Università di tutto il mondo. La sua opera riveste in maniera evidente e riconoscibile una forte funzione identitaria nel contesto culturale e sociale delle Marche. Grazie al connubio tra sapere umanistico e nuove tecnologie, tra ateneo e imprese innovative, studiosi e professionisti, reso possibile dal nostro spin off PlayMarche, siamo in grado di offrire un ulteriore importante strumento di qualificazione e promozione territoriale”.

L’installazione è stata pensata come un ambiente immersivo che rimanda alla vita ed alla casa di Giacomo grazie ad una base scenografica caratterizzata da un continuo modificarsi dell’ambiente attraverso immagini e proiezioni in videomapping” ha spiegato Michele Spagnuolo, Amministratore delegato di PlayMarche srl – Spinoff dell’Università di Macerata.

“La narrazione dell’evento” – ha continuato Spagnuolo-“è focalizzata sul rapporto tra il Poeta e gli ambienti del palazzo in cui si è svolta la sua infanzia e giovinezza, ed in particolare con riferimento alla biblioteca paterna, luogo della sua formazione e della sua iniziale produzione poetica e saggistica. Un investimento molto importante, a testimonianza di quanto Casa Leopardi da sempre creda nel turismo e nella valorizzazione dell’icona Giacomo Leopardi”.

Sono sicuro” – ha affermato l’amministratore di PlayMarche srl – “che il museo realizzato nelle vecchie scuderie sia iniziaitiva eccellente. Le tecnologie utilizzate saranno il mezzo per avvicinare nuovi target di riferimento, utilizzando linguaggi poco convenzionali come il videomapping e le esperienze immersive. Mi auguro che sia solo l’inizio di un lungo percorso da condividere con Casa Leopardi e i brand culturali della nostra regione”.