Macerata, ecco il programma della festa di San Giuliano e delle città gemellate

Presentazione festa di San GiulianoMACERATA – Ritorna puntuale la serie di iniziative promossa dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la Pro Loco Macerata e il Cif in onore del patrono San Giuliano. Saranno giornate intense all’insegna di quello spirito di comunità che da sempre caratterizza la vita sociale di Macerata e che quest’anno verranno arricchite dalla presenza delle delegazioni delle città gemellate di Weiden e Issy Les Molineaux.

In questo contesto Macerata, con gli amici tedeschi e francesi, con cui ha costruito negli anni uno scambio reale ed effettivo di esperienze in diversi campi tra cui quelli sociali e culturali, aspetti decisivi per il reciproco riconoscimento dei tanti vincoli ideali che li uniscono, vuole proseguire il progetto messo a punto dai tre sindaci che prevede la partecipazione reciproca alle tradizionali feste, a giugno alla Burgerfest di Weiden e a dicembre alla Corrida di Natale di Issy Les Molineaux con l’obiettivo di mantenere forte il legame partendo dalle tradizioni identitarie per costruire insieme progetti di respiro europeo in grado di rafforzare il legame che esiste tra le tre realtà.

“Con le feste di San Giuliano la città vive pienamente la sua tradizione di città ospitale. Per questo – ha affermato l’assessore alla Cultura e al Turismo, Stefania Monteverde – negli ultimi anni abbiamo rilanciato la festa: non solo il 31 agosto e non solo bancarelle, oggi San Giuliano ci porta in piazza, quattro giorni per ballare le danze popolari e degustare i piatti della tradizione grazie al lavoro volontario e appassionato degli amici della Pro Loco di Macerata e del Cif. Una grande festa di città che recupera la convivialità della nostra cultura popolare italiana. Quest’anno le feste si arricchiscono di un altro importante segno: abbiamo invitato gli amici delle nostre città gemellate, Weiden e Issy Les Moulineaux, per lanciare insieme il valore dell’ospitalità e dell’amicizia tra i popoli. La festa di San Giuliano diventerà un appuntamento fisso degli incontri tra le città per costruire ponti di amicizia”.

A Franca Fusco, presidente del Cif, il compito di rinverdire la tradizione per San Giuliano del Centro Femminile Italiano di Macerata: “Dal 1993 – ha detto – il Cif, alla ricerca delle tradizioni maceratesi da donare ai giovani per evitare che dimenticassero ciò che i loro padri e i loro nonni, avevano vissuto per questa occasione, ha riproposto il tradizionale fischietto in terracotta. E quest’anno, questo oggetto diventato un cult da copllezione, sarà ancora una volta un carabiniere con la cornamusa”.

Un augurio affinché il programma delle iniziative possa in futuro arricchirsi e vedere il coinvolgimento di più realtà cittadine è arrivato invece dal presidente della Pro Loco Macerata: “La festa di San Giuliano – ha detto Virginio Micozzi – è animata dalla spirito di comunità che ha sempre caratterizzato il profondo senso di appartenenza alla vita sociale della nostra città, dove la piazza diventa il punto di incontro di tutti i maceratesi, ma non solo. In un’epoca in cui, non disdegnando assolutamente uno sguardo al futuro, vogliamo far conoscere anche ai più giovani il valore di ritrovarsi in “quel dentro le mura” per la gioia di incontrarsi, divertirsi e confrontarsi anche vivacemente in quello che è stato il fulcro della città. L’auspicio, anzi la nostra aspirazione principale è che in futuro, per crescere ancora di più e dare un ulteriore impulso alla rivitalizzazione di quello che è stato e vorremmo tornasse ad essere il luogo di incontro della comunità, si possa ulteriormente arricchire il programma delle manifestazioni a beneficio e con la partecipazione di tutti gli operatori economici, culturali e delle altre associazioni che credono nella rivalutazione complessiva del centro storico, estendendo la Festa del Patrono in tutte le piazze e le vie del centro. La nostra disponibilità, nell’ambito delle nostre capacità è a disposizione di tutti”.

Il programma messo a punto per la festa patronale prenderà il via domani (22 agosto) con la Mostra del fischietto in terracotta  nelle vetrine degli esercizi commerciali del centro storico per proseguire domenica (23 agosto) quando, alle 17, alla Loggia del Grano ci sarà Dialettando insieme in compagnia di Giachini, Marsiglia, Pallocchini, Norscini e Riganelli con la tradizionale merenda maceratese offerta dal Cif e dalla norcineria Alto Nera  mentre le etichette dei vino otto saranno firmate dall’artista Rosanna della Valle.

Mercoledì (26 agosto) alle 18, nel piazzale Peschi (davanti alla chiesa Madre di Dio) verrà inaugurata la Pinturetta dedicata a San Giuliano realizzata dall’artista Silvio Craia. Previsto l’intervento dell’artista Sandro Fabbri.

Il 28 agosto, alle 19.30, per quattro serate consecutive fino al 31 (giornata quest’ultima in cui sarà possibile mangiare anche a pranzo a partire dalle 12.30),  apertura dello stand gastronomico e alle 21 serata danzante e musica con i gruppi  Romy Splinter e La Banda de Cuba, KamaFei (29 agosto) Walter Montanaro e i Ragazzi del Cuore (30 agosto) e Magica Allegria Live Band (31 agosto).

Sabato (29 agosto), alle 18, nei locali dell’ex Upim in corso Matteotti, nell’ambito della mostra Obiettivo sul fronte Carlo Balelli e le squadre fotografiche militari nella Grande Guerra,  che rimarrà aperta fino al 31 agosto, in programma Intervista impossibile. Carlo Balelli fotografo nella Grande Guerra con la partecipazione di Emanuela Balelli, la voce recitante di Piergiorgio Pietroni e l’accompagnamento musicale di Gianluca Gentili.

Il 30 agosto alle 17 in piazza Libertà la Bancarella delle tradizioni del Cif con la vendita del fischietto in terra cotta (il fischietto può essere prenotato telefonando al n.0733/240368)

Rosanna della Dalle – Un’artista per una etichetta per san Giuliano

Alle 20 in piazza Libertà Festa insieme alla città gemellate Weiden e Issy Les Moulineaux con cui è previsto anche il giorno seguente, alle 10, nella sala consliare, un incontro istituzionale.

Sempre il 31, giornata clou dei festeggiamenti, alle ore 18 in Cattedrale ci sarà la concelebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Monsignor Nazzareno Marconi con la presentazione, durante l’offertorio, del cero votivo da parte del Comune di Macerata.

Poi, oltre alle consuete bancarelle, quest’anno circa 300 sparse in tutto il centro storico, in corso Cavour e in parte di corso Cairoli, alle 20 in piazza della Libertà ci sarà l’estrazione della lotteria di san Giuliano e alle 23.30 tradizionale spettacolo pirotecnico. Il 3 settembre ultima iniziativa del Cif, con la visita guidata alla chiesa di san Filippo prevista per le ore 16.

Per quanto riguarda la visita ai monumenti e ai Musei civici di seguito gli orari, le tariffe e le gratuità:

sabato 29 agosto

Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi: orario apertura 10 – 19; Biglietto d’ingresso: intero € 3 – ridotto € 2

Infopoint – Arena Sferisterio: orario apertura 9 – 13 / 15 – 19; Biglietto d’ingresso: intero € 3 – ridotto € 2

Torre Civica: ingressi alle ore 11, 12, 17 e 18 Biglietto d’ingresso: intero € 4 – ridotto € 3 (l’ingresso alla torre è consentito solo per gruppi di max 16 persone);

domenica 30 agosto

Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi: ore 10 – 19; Biglietto d’ingresso: intero € 3 – ridotto € 2

Infopoint Arena Sferisterio: orario apertura 9 – 13 / 15 – 19; Biglietto d’ingresso: intero € 3 – ridotto € 2 – ingresso gratuito dalle 15 alle 19;

Visite guidate (€ 2,00) alle ore 10, 11, 12 – 16, 17, 18.

Torre Civica: ingressi alle ore 11, 12 Biglietto d’ingresso: intero € 4 – ridotto € 3

Ingresso gratuito alle ore 17 e alle ore 18

(l’ingresso alla torre è consentito solo per gruppi di max 16 persone);

LUNEDÌ 31 AGOSTO

Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi: ore 10 – 19; Biglietto d’ingresso: intero € 3 – ridotto € 2.

Infopoint Arena Sferisterio: orario apertura 10-13 / 15-19 ingresso gratuito; visite guidate (€ 2,) alle ore 10.30, 11, 12 – 16, 17, 18.

Torre Civica: ingresso gratuito alle ore 11 e 12; nel pomeriggio accesso gratuito ogni 30 minuti dalle ore 17 alle ore 20 (l’ingresso alla torre è consentito solo per gruppi di max 16 )

Info: www.comune.macerata.it .