Ancona, Music Gallery: il 4 novembre la finalissima con Mogol

ANCONA – Domenica 4 novembre scopriremo i vincitori della 4^ edizione di Music Gallery, il concorso musicale ideato da Lina La Gioia Direttrice delle Gallerie Auchan delle Marche e prodotto dall’Agenzia Peaktime di Alvin Crescini.

Sarà una finale molto sentita dai concorrenti che saliranno sul palco del centro Commerciale Auchan Conero di Ancona, 16 promesse della musica che hanno superato brillantemente le selezioni di accesso al concorso (quasi 200 iscritti, un record per un contest musicale regionale) e successivamente le fasi eliminatorie intercettando le preferenze dei competenti presidenti di giuria Vince Tempera, Red Ronnie, Lighea e Beppe Vessicchio.

Domenica 4 novembre a partire dalle ore 17 si aprirà ufficialmente la finalissima che vedrà la presenza, in qualità di presidente, del grande Mogol che per il secondo anno consecutivo ha accettato di partecipare al concorso sostenendo l’iniziativa che, a suo parere, rappresenta una formula davvero interessante per offrire ai musicisti una importante possibilità per potersi esibire.

Sarà proprio il maestro a premiare le idee e sostenere quel giovane autore o interprete che dimostrerà di possedere i giusti requisiti per assicurarsi l’ambitissima borsa di studio al CET, l’importantissima scuola di musica da lui presieduta.

Tanti i premi in palio, dalle borse di studio per i giovanissimi “young” alla registrazione professionale della propria demo musicale (registrazione e missaggio dei brani), un premio necessario per proporsi con professionalità sul mercato discografico.

“Grazie al Maestro Mogol ho avuto l’opportunità di frequentare il CET – ha dichiarato Eva Capomagi, vincitrice del Premio Mogol della scorsa edizione – “Ho vissuto un’esperienza meravigliosa, tre settimane fantastiche dove ho imparato tantissimo. Mi piace definire il CET il “tempio della musica”, un’oasi immersa nel verde dove la musica è la padrona di casa. Auguro ai finalisti di questa edizione di vivere la stessa mia esperienza perché è stata davvero formativa. In bocca al lupo a tutti!”