Teatri di San Severino Marche: informazioni sugli abbonamenti

18

Teatro-Feronia-San-Severino

Da oggi a giovedì prossimo possibilità di cambiare posto per chi è già abbonato; da sabato 8 gennaio a lunedì 10 gennaio invece si potranno sottoscrivere i nuovi abbonamenti

SAN SEVERINO MARCHE – Da oggi, martedì 4 gennaio 2022 a giovedì 6 gennaio, nell’ambito della campagna di rinnovo degli abbonamenti, i Teatri di San Severino Marche daranno la possibilità, a chi avrà già confermato il proprio abbonamento entro il 31 dicembre e in base alle disponibilità dei posti rimasti liberi dopo i rinnovi, di cambiare posto. Basterà presentarsi presso il botteghino del Feronia (telefono 0733 634369) che resterà aperto dalle ore 16 alle ore 20.
Da sabato 8 gennaio a lunedì 10 gennaio, invece, sarà possibile sottoscrivere i nuovi abbonamenti sempre presso il botteghino del Feronia (telefono 0733 634369) che sarà aperto dalle ore 16 alle ore 20.
In caso di cambio posto il costo dell’abbonamento sarà soggetto a conguaglio a seconda della tipologia dell’abbonamento e l’abbonato verserà (o riceverà indietro) la differenza tra quanto versato alla Pro Loco in fase di rinnovo e il costo effettivo dell’abbonamento acquistato.
Ciascuna persona in fila al botteghino potrà cambiare al massimo 4 abbonamenti. Per il cambio ci si deve recare personalmente al botteghino. Il personale procederà seguendo l’ordine della fila presente. Non sono sono consentiti cambi e/o prenotazioni per telefono.

La nuova stagione di prosa dei Teatri di San Severino prevede sei titoli in cartellone:

si parte martedì 11 gennaio con Lucia Mascino e lo spettacolo “Smarrimento”, testo e regia di Lucia Calamaro. Poi si prosegue sabato 22 gennaio con un cast d’eccezione che vedrà sul palco sempre del Feronia Enzo Decaro insieme a Giuseppe Brunetti, Francesca Ciardiello, Lucianna De Falco, Carlo Di Maio, Massimo Pagano, Gina Perna, Giorgio Pinto, Ciro Ruoppo e Fabiana Russo in “Non è vero ma ci credo” di Peppino De Filippo per la regia di Leo Muscato. Sabato 29 gennaio sarà invece Isabella Ragonese a calcare la scena con “Da lontano”, testo e regia ancora di Lucia Calamaro. La più importante drammaturga italiana contemporanea, pluripremiata e osannata in tutto il mondo, sarà protagonista, dunque, con ben due testi scritti appositamente per le due attrici che li interpreteranno, Isabella Ragonese e Lucia Mascino.
La stagione riprenderà venerdì 11 febbraio con Lello Arena, Giorgia Trasselli, Raffaele Ausiello, Marika De Chiara, Andrea de Goyzueta, Carla Ferraro, Serena Pisa e Fabrizio Vona e lo spettacolo “Parenti serpenti” di Carmine Amoroso per la regia Luciano Melchionna e proseguirà domenica 27 febbraio con Emilio Solfrizzi, Rosario Coppolino, Antonella Piccolo, Lisa Galantini, Sergio Basile, Viviana Altieri, Cristiano Dessì, Pietro Casella e Cecilia D’Amico in “Il malato immaginario” di Molière per l’adattamento e la regia di Guglielmo Ferro. Ultimo appuntamento, mercoledì 20 aprile, con Giorgio Lupano, Gabriele Pignotta, Attilio Fontana, Fabio Avaro, Siddhartha Prestinari e Malvina Ruggiano in “Tre uomini e una culla” di Coline Serreau per la regia di Gabriele Pignotta.