Recanati, il 18 maggio riapre la Biblioteca Bonacci-Brunamonti

22

L’Assessore Rita Soccio “un bel segnale di speranza e di ripartenza per  la nostra Città”

RECANATI – Dopo il lockdown dovuto all’emergenza Coronavirus da lunedì 18 maggio la Biblioteca comunale di Recanati Bonacci-Brunamonti riapre le porte del suo patrimonio culturale alla città.  Con spazi rivisti e ripensati e misure di sicurezza  in atto in base alle nuove regole dell’emergenza sanitaria  per arginare la diffusione del coronavirus, la biblioteca sarà pronta alla ripartenza.

“Riaprire la Biblioteca Bonacci-Brunamonti credo sia un bel segnale di speranza e di ripartenza per tutta la nostra Città. – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Rita Soccio –Recanati insignita dal bollino Ministeriale di “Città che Legge” non poteva non rispettare questa data per riaprire un luogo così amato e identitario dai recanatesi di tutte le età. La riapertura, che tiene conto di tutte le prescrizioni di sicurezza, è un gesto importante di “normalità” e di “benessere” che ci può aiutare a superare i momenti difficili che abbiamo vissuto, anche se l’attività della biblioteca non si è mai fermata. Mi piace ricordare il grande successo ottenuto dal servizio MLOL  che con la sua piattaforma digitale di consultazione, e prestito, attraverso pc o smartphone, di libri, quotidiani, riviste ed altro, ha permesso ai molti cittadini che si sono iscritti di essere informati o di sfogliare digitalmente una rivista o di leggere un bel libro”.

Per poter accedere alla biblioteca è previsto il rispetto di tutte le misure in vigore per contrastare la diffusione del Coronavirus: è obbligatorio  indossare  mascherina e guanti, è necessaria l’igienizzazione delle mani  tramite le soluzioni idroalcoliche  presenti nell’apposita station all’entrata della biblioteca e  il rispetto del distanziamento sociale di  minimo 1 metro.
I servizi saranno  aperti, ma chiaramente ridotti  e su prenotazione al numero di telefono 071.9740021 o tramite messaggio sulla pagina Facebook “ Biblioteca Comunale Recanati”.
All’interno dei locali, riorganizzati secondo le procedure di sicurezza, sono state predisposte: due postazioni per la consultazione dei giornali,  una per la consultazione dei documenti, una per l’utilizzo del pc e cinque postazioni per lo studio. L’accesso alla sala dei ragazzi sarà consentito ad una famiglia alla volta.
I libri potranno essere presi in prestito dai cittadini per  leggerli comodamente a casa. Una volta riconsegnati alla biblioteca, prima di ritornare sugli scaffali,  i libri verranno isolati per qualche giorno in un’apposita area arieggiata e adibita alla “quarantena” .
Il possibile problema non riguarda la copertina esterna facilmente disinfettabile, ma l’interno delle pagine. L’isolamento dei volumi è il metodo più facile per evitare possibili contagi da Coronavirus.
I locali della biblioteca saranno continuamente sanificati secondo il protocollo Covid -19 tramite l’ausilio di prodotti specifici.