Osimo, inaugurata l’Aula Natura di WWF e Procter & Gamble

50

Presso l’I.C. “Bruno da Osimo” – Plesso Giovanni Paolo II realizzata un’oasi verde dove gli alunni della scuola secondaria di primo grado potranno meglio conoscere l’ambiente e imparare a rispettarlo

OSIMO (AN) – E’ stata inaugurata a Osimo, presso l’I.C. “Bruno da Osimo” – Plesso Giovanni Paolo II, l‘Aula Natura realizzata e donata da WWF e Procter & Gamble.

Promuovere e valorizzare spazi verdi per bambini e ragazzi nelle scuole italiane, con l’obiettivo di educare le nuove generazioni al rispetto dell’ambiente: mette radici in tutto il Paese il progetto Aule Natura del WWF sostenuto dal 2021 da Procter & Gamble – l’azienda che commercializza marchi come Dash, Gillette, Oral-B, Pantene, Swiffer, ZzzQuil – nell’ambito del programma di cittadinanza d’impresa “P&G per l’Italia”, con cui l’azienda sta realizzando azioni concrete di sostenibilità ambientale e sociale su tutto il territorio nazionale. Obiettivo della partnership è realizzare, entro il 2024, oltre 50 Aule Natura nelle scuole di tutta Italia.

Dopo il benvenuto della Dirigente Scolastica Michela Vincitorio, sono intervenuti a presentare il progetto Noemi Pollonara, segretario regionale WWF MARCHE, e Marco Pietroni e Gianni Teodori, WWF Ancona Macerata. All’evento inaugurale hanno preso parte anche il Sindaco del Comune di Osimo Simone Pugnaloni, l’Assessore all’Istruzione Alex Andreoli, il Presidente del Consiglio Comunale di Osimo Giorgio Campanari, il Presidente del Consiglio di Quartiere di Osimo Stazione Mauro Bugari, il Parroco di Osimo Stazione Don Enrico Bricchi, nonché Barbara Beldomenico, Docente Referente Aula Natura della Scuola con i Docenti dell’IC Bruno da Osimo, Mario Mattioli, ex Dirigente dell’IC Bruno da Osimo, Claudio Focante, ex docente della Scuola Secondaria di Primo Grado, i membri del Consiglio d’Istituto, lo staff della Dirigente, e gli Alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado, della Primaria “Madre Teresa” (classi quinte) e dell’Infanzia “Casa dei Bambini” (ultimo anno), e i Genitori degli alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado dell’Istituto.

All’interno dell’area recintata della scuola, e quindi protetta da interferenze esterne, l’Aula Natura di Osimo permette una totale immersione nella natura: gli alunni potranno osservare gli uccelli che si alimentano nelle mangiatoie e che nidificano nelle cassette nido tra gli alberi della scuola, il comportamento delle diverse specie che andranno a colonizzare l’albergo degli insetti, le farfalle nei periodi di fioritura, il giallo intenso dei fiori di ginestra e gli splendidi frutti del corbezzolo. L’orto didattico permetterà di monitorare le varie fasi di vita di una pianta, dando la possibilità ai bambini di prendersene cura in prima persona e attuando così un processo di responsabilizzazione nei confronti dell’ambiente. Non solo: l’Aula Natura consentirà di svolgere le lezioni all’aperto grazie alla presenza di lavagne costruite appositamente e di condividere dei momenti di crescita in un piccolo ambiente naturale. In questo modo, i circa 140 alunni della scuola secondaria di primo grado potranno conoscere, vedere e toccare con mano fiori, frutti e animali, osservare il cambio delle stagioni, vivere il concetto di biodiversità̀ e diventare anche custodi di tutto questo.

«Siamo felici di donare agli alunni dell’I.C. “Bruno da Osimo” uno scrigno verde che li accompagnerà nei prossimi anni: la salvaguardia della biodiversità e l’educazione ambientale, in particolare delle giovani generazioni, sono imprescindibili per un reale sviluppo sostenibile. Per questo ringraziamo di cuore WWF Italia che ci sta accompagnando nel percorso verso l’obiettivo di donare oltre 50 Aule Natura alle scuole italiane entro il 2024. Un traguardo importante per il programma di cittadinanza d’impresa “P&G per l’Italia”, con cui stiamo realizzando azioni concrete nell’ambito della sostenibilità ambientale e sociale su tutto il territorio nazionale, e che a Osimo, con l’inaugurazione di questa quarantunesima Aula Natura, si fa sempre più vicino» ha spiegato Riccardo Calvi, Direttore Comunicazione di P&G Italia.

«L’adozione di lezioni in ambiente aperto permette di migliorare la qualità dell’apprendimento superando quello che diversi studiosi hanno definito come vero e proprio disturbo da deficit di natura che comporta disattenzione, svogliatezza, noia, oltre ai tradizionali pericoli legati alla sedentarietà – ha detto Martina Alemanno, Responsabile Educazione WWF Italia. Crediamo molto in questo progetto che vede in Procter & Gamble Italia un sostenitore e promotore molto importante, perché riesce ad offrire il contatto con la natura ai più giovani, riqualificando spazi nelle scuole spesso degradati o inutilizzati, proponendo il loro utilizzo educativo per mettere le basi di una vera transizione ecologica e culturale. Questa è un’azione prioritaria per il WWF Italia, come anche dimostrare alle istituzioni comunali e provinciali che si può operare in questo senso».