A Montecosaro il 20 maggio torna “Alle radici delle Marche”

83

Il 19 maggio cena in collaborazione con Marche Food Experience, il 20 maggio al Teatro “Le Logge” Piero Massimo Macchini e presentazione della nuova opera musicale de Li Matti de Montecò, sul saltarello.Tutto l’evento è patrocinato dal Consiglio Regionale delle Marche

MONTECOSARO – Valorizzare e promuovere le tradizioni culturali del territorio marchigiano, per diffondere e far conoscere le nostre radici. Anche perchè un popolo che non conosce le proprie radici è un popolo che rischia di smarrire la propria identità. E’ con questa idea ben precisa che tra venerdì e sabato tornerà a Montecosaro la seconda edizione di “Alle radici delle Marche”, iniziativa ideata da Li Matti de Montecò nel 2019, ma poi bloccata dallo scoppio della pandemia.
L’associazione folk rilancerà nella sua città cene, incontri, presentazioni letterarie, laboratori per bambini, spettacoli di varie tipologie, celebrando il connubio tra arte, eccellenze eno-gastronomiche e tradizioni. Un modo per far vivere e gustare al massimo le Marche. L’evento è patrocinato dal Consiglio Regionale delle Marche e si avvale del contributo del Banco Marchigiano.
Come detto comincerà venerdì con la cena-anteprima dal titolo simbolico “Viaggio tra antichi sapori e folclori”. Verrà allestita al ristorante I due cigni di Montecosaro ed in collaborazione con Marche Food Experience.
Sabato la giornata clou. Dalle 17 ai giardini del Cassero via a divertenti laboratori e giochi per bambini, ma spazio anche a musiche e balli tradizionali a cura de Li Matti de Montecò. Nella circostanza verranno riproposti i due libri scritti dall’associazione, “Un salto nel Folklore “ e “Giochi senza tempo e senza corrente”, entrambi editi da Giaconi Editore.
In serata ci si trasferirà al Teatro “Le Logge” dove, alle 21.15, ci sarà lo show del comico Piero Massimo Macchini. A seguire verrà svelata la nuova raccolta discografica de Li Matti de Montecò, un’ultima opera intitolata “Il ritmo della tradizione” incentrata su tracce musicali di saltarelli e canti tradizionali della nostra terra. Un progetto co-finanziato dalla Regione Marche. Torneranno ad esibirsi i membri del gruppo montecosarese, stavolta accompagnati pure dai bimbi della scuola primaria di Montelupone che hanno partecipato al progetto “Balliamo insieme con musica, allegria e tradizione”.