Camerino, partiti i lavori di manutenzione delle strade comunali

11

Per il piano strade stanziato oltre un milione di euro; iniziati i lavori a Spindoli, Rocca d’Ajello e Polverina

CAMERINO – Sono partiti gli interventi di manutenzione e messa in sicurezza delle strade comunali e del territorio di Camerino. Dopo le prime azioni a inizio estate, subito dopo la quarantena, nei giorni scorsi i lavori hanno interessato la strada di Spindoli. In particolare, è stato terminato l’intervento col completo rifacimento del manto di un tratto stradale. È stata inoltre depolverizzato un tratto della strada che porta al castello di Rocca d’Ajello. Terminati i lavori di rifacimento della fogna a Polverina.

L’individuazione degli interventiha spiegato l’assessore ai lavori pubblici Marco Fanelli – è stata dettata dall’urgenza di sistemare le situazioni in condizioni più critiche che purtroppo versano in queste condizioni da anni, che necessitano di interventi indispensabili. I nostri operai in queste settimane sono a lavoro quasi esclusivamente per la sistemazione delle strade cercando di fare il massimo in attesa di interventi risolutivi previsti dopo questo inverno. Stiamo procedendo alla conclusione dei concorsi pubblici, che erano stati bloccati dallo scorso lockdown, per reintegrare gli operai che sono andati in pensione. Purtroppo questo ha generato qualche ritardo. Sono quindi in corso le procedure per le assunzioni che permetteranno di avere a disposizione personale per garantire la gestione della manutenzione ordinaria. Con l’amministrazione comunale – ha aggiunto Fanelli – da quando ci siamo insediati abbiamo preso visione di una situazione per cui è necessaria la massima attenzione. Per questo abbiamo stanziato 1,3 milioni di euro per la riqualificazione di diverse vie, soprattutto nelle frazioni”.

A tal proposito proprio a Tuseggia si è tenuto il primo degli incontri in calendario dell’amministrazione con i cittadini delle frazioni per affrontare le problematiche e condividere le attività che si stanno svolgendo. Erano già stati programmati i successivi incontri, ma il nuovo dpcm vieta riunioni in presenza per cui gli altri incontri saranno riprogrammati in modalità online.