A Urbino va in scena “Raffaello.Il figlio del vento”

53

Al Teatro Sanzio dal 16 al 18 ottobre prossimi lo spettacolo di e con Matthias Martelli nell’ambito del progetto delle Celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Raffaello

URBINO – Dal 16 al 18 ottobre 2020 al Teatro Sanzio di Urbino andrà in scena lo spettacolo “Raffaello.Il figlio del vento” di Matthias Martelli, una produzione del Teatro Stabile dell’Umbria e Doc Servizi, in collaborazione con Comune di Urbino, Regione Marche e AMAT, nell’ambito del progetto delle Celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Raffaello Sanzio.

Raffaello Sanzio: il pittore della grazia e della perfezione.
Così è stato definito per secoli. Ma dietro la figura mite e rassicurante del “pittore divino” si nasconde un genio dalla vita esplosiva, fatta di sfide e contraddizioni, di viaggi incessanti, amicizie granitiche, amori focosi, successi grandiosi e tragedie improvvise, passando persino attraverso polemiche con l’autorità del tempo.
Matthias Martelli, accompagnato dalle musiche dal vivo del Maestro Castellan, riprende la tradizione del teatro giullaresco e di narrazione e trascina lo spettatore all’interno di un percorso appassionante, rendendo vivi i personaggi, entrando con le immagini e le parole dentro i capolavori di Raffaello, curiosando nei suoi segreti, per rimanere infine stupiti e affascinati di fronte alla sfolgorante esplosione di meraviglia e colori di questo gigante del Rinascimento.
Uno spettacolo che vuole essere celebrazione della vita di un genio, ma anche risposta ad un’esigenza del presente: oggi, come non mai, è necessario puntare a un nuovo Rinascimento dell’arte e della cultura nel nostro Paese.

RAFFAELLO
Il figlio del vento
di e con Matthias Martelli
musiche originali Matteo Castellan
disegno luci Loris Spanu
si ringrazia Eugenio Allegri per l’amichevole e preziosa collaborazione
REPLICHE SPETTACOLO
venerdì 16 ottobre, ore 21 [prima assoluta]
sabato 17 ottobre , ore 21
domenica 18 ottobre ore 17 e ore 21

BIGLIETTI
settore A 20 euro (ridotto 15 euro), settore B 15 euro (ridotto 10 euro), settore C 10 euro