San Severino, sisma: aperture pomeridiane all’ufficio Servizi Sociali per le nuove domande C.A.S

24

SAN SEVERINO MARCHE – Da domani (martedì 4 febbraio) l’ufficio Servizi Sociali del Comune di San Severino Marche osserverà un orario straordinario rispetto alla normale attività, con aperture anche pomeridiane tutti i martedì e i giovedì dalle ore 15 alle ore 18, per ricevere le nuove domande che interessano i beneficiari di interventi a sostegno dei nuclei familiari che permangono in una condizione di disagio abitativo a causa del terremoto 2016.
In data 19 novembre 2019, infatti, è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale (G.U. Serie Generale n. 271 del 19/11/2019) l’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 614 avente ad oggetto “Ulteriori interventi urgenti di Protezione Civile conseguenti agli eventi sismici che hanno colpito il territorio delle regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo a partire dal giorno 24 agosto 2016”.
L’Ordinanza ridefinisce i criteri per la concessione degli interventi a sostegno dei nuclei familiari che permangono in una condizione di disagio abitativo a causa degli eventi sismici suddetti come appresso riassunti:

NUCLEI FAMILIARI IN ALLOGGIAMENTO ALBERGHIERO:

entro il 17 febbraio 2020 – 90 giorni dalla pubblicazione della Ordinanza – i nuclei familiari alloggiati nelle strutture ricettive decadono dal diritto di usufruire della sistemazione alberghiera, salvo i casi previsti dall’art. 5 commi 3, 4, 5 e 6 dell’Ordinanza n. 614/2019.
– I nuclei familiari alloggiati nelle strutture ricettive che rientrano nei casi previsti dall’art. 5 commi 3, 4, 5 e 6 dell’Ordinanza n. 614/2019 entro il 17 febbraio 2020 dovranno compilare la dichiarazione di cui all’art. 5 dell’Ordinanza n. 614/2019 e allegare la documentazione richiesta. A tale riguardo si precisa che la frequenza scolastica nel Comune di residenza non dà titolo alla proroga dell’alloggiamento alberghiero sino al termine del corrente anno scolastico.
– Resta salva la possibilità, per tutti i nuclei che intendono usufruire del Cas, di presentare al Comune la domanda secondo le modalità previste dalle Ordinanze 388/2016, 408/2016 e 614/2019 unitamente alla specifica dichiarazione da presentare ai sensi dell’art. 1 o 3 dell’Ordinanza n. 614/2019, in base al titolo di occupazione dell’alloggio lesionato.

NUCLEI FAMILIARI BENEFICIARI DI CAS

Entro il 18 marzo 2020 – 120 giorni dalla pubblicazione della ordinanza – tutti i componenti maggiorenni dei nuclei familiari beneficiari di Cas dovranno presentare al Comune la dichiarazione relativa alla specifica condizione (proprietari modello art. 1, tutti gli altri modello art. 3) attestante la permanenza dei requisiti per beneficiare del Cas secondo le modalità e i tempi previsti dall’Ordinanza n. 614/2019.

Dal 19 marzo 2020 decadranno dal diritto al Cas:

– i nuclei familiari che non possiedono i requisiti richiesti dall’Ordinanza n. 614/2019;
– i nuclei familiari che non presentano la dichiarazione entro il 18 marzo 2020.

NUCLEI FAMILIARI ASSEGNATARI DI SAE – DI ALLOGGI ACQUISITI AI SENSI DELL’ART. 14 DL 8/2017 (CD. INVENDUTI) – DI ALLOGGI COMUNALI DESTINATI ALLA TEMPORANEA SISTEMAZIONE DELLA POPOLAZIONE COLPITA DAL SISMA

Entro il 18 marzo 2020 – 120 giorni dalla pubblicazione dell’Ordinanza – i nuclei familiari a cui è stata assegnata una Sae o è stato assegnato un alloggio acquisito ai sensi dell’art. 14 DL 8/2017 (cd. invenduti) o di proprietà comunale destinato alla temporanea sistemazione della popolazione colpita dal sisma, che alla data degli eventi sismici dimoravano stabilmente un alloggio reso inagibile dal sisma, dovranno compilare la specifica dichiarazione da presentare al Comune ai sensi dell’art. 1 o 3 dell’Ordinanza n. 614/2019, in base al titolo di occupazione dell’alloggio lesionato.

PRESENTAZIONE MODELLI

Le dichiarazioni sono diverse, a seconda che si tratti dei proprietari delle abitazioni danneggiate (modello A); degli affittuari (modello D); di chi intenda acquistare una nuova casa (modello C) o di chi si trova presso strutture ricettive (modello B).

Le dichiarazioni devono essere compilate sui modelli scaricabili online dal sito istituzionale www.comune.sanseverinomarche.mc.it e inviate via PEC all’indirizzo protocollo.comune.sanseverinomarche@pec.it

In alternativa le dichiarazioni devono essere compilate sui modelli scaricabili dal sito istituzionale www.comune.sanseverinomarche.mc.it e inviate via email all’indirizzo protocollo@comune.sanseverinomarche.mc.it con allegata copia del documento di identità del richiedente.

In alternativa i modelli possono essere presentati a mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune di San Severino Marche sito in p.zza del Popolo, 45.

Ulteriori riferimenti normativi sono disponibili al seguente link: http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Terremoto-Marche/Atti-Documenti-Ordinanze#Normativa-OCDPC

Per informazioni: Comune di San Severino – Ufficio Servizi Sociali – CAS, sito in p.zza del Mercato – email. servizisociali@comune.sanseverinomarche.mc.it telefono 0733641304 – nei giorni ed orari di apertura al pubblico: martedì-giovedì-sabato dalle ore 10 alle ore 13.