San Severino, Ospedale: il sindaco scrive di nuovo a Ceriscioli

Piermattei: “Il suo silenzio non è accettabile”.Giovedì 30 gennaio convocato Consiglio comunale d’urgenza

SAN SEVERINO MARCHE – “Il suo silenzio, e la sua non risposta alle nostre richieste scritte, non è accettabile per il ruolo che lei ricopre e per il quale non può sottrarsi a un chiarimento e a un confronto”.
Il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, è tornata a scrivere al presidente e assessore alla Salute della Regione Marche, Luca Ceriscioli, per chiedere nuovamente il ritiro della Determina 742 del 31 dicembre 2019 che ha provocato un “grave colpo” all’ospedale “Bartolomeo Eustachio”.
“Mi domando – scrive la Piermattei a Ceriscioli – come sia possibile restare in silenzio quando una comunità che sta ancora vivendo il dramma del terremoto le chiede spiegazioni per un atto compiuto sotto la sua presidenza e del quale lei, di fatto, si trova a condividere a pieno titolo tutte le responsabilità”.
Sullo stesso argomento della “nefasta Determina di Capodanno”, intanto, è stato convocato per giovedì prossimo (30 gennaio), alle ore 21 al teatro Italia, un Consiglio comunale d’urgenza monotematico.
Unico il punto all’ordine del giorno dell’Assise settempedana, “Determina 742 del 31/12/2019 – Piano Sanitario Regionale”, alla quale sono stati invitati anche i sindaci delle aree interne, i parlamentari maceratesi ma anche lo stesso Ceriscioli, i direttori Storti e Maccioni.
“La finalità – spiega il primo cittadino settempedano nell’invito diretto ai colleghi sindaci – è quella di definire come affrontare la tutela della sanità dell’entroterra montano”.