San Severino Marche, nuovo incontro sull’antica Septempeda

90

Il 27 gennaio, nel Museo civico archeologico “Giuseppe Moretti”,  la dottoressa Valeria Tubaldi terrà una conferenza dal titolo: “Fornaci, pentole e ricette a Septempeda”

SAN SEVERINO MARCHE – Quali erano i segreti della cucina degli antichi romani abitanti di Septempeda? Quali piatti erano soliti preparare? Con quali ceramiche apparecchiavano la tavola e come avveniva la cottura dei cibi?
A queste domande darà risposta la dottoressa Valeria Tubaldi, della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ancona e Pesaro Urbino, che terrà una conferenza dal titolo: “Fornaci, pentole e ricette a Septempeda”.
L’appuntamento si terrà sabato prossimo (27 gennaio), alle ore 17, nel suggestivo scenario del Museo civico archeologico “Giuseppe Moretti”, a Castello al Monte, in occasione della terza conferenza nell’ambito delle attività affiancate alla mostra “Oggetti, Riti, Rituali: Morire a Septempeda tra il I e il III d.C.”.
Il Comune di San Severino Marche e la Rete Museale dell’Alta Valle del Potenza presentano questo evento che sicuramente incuriosirà il pubblico anche per la partecipazione della dottoressa Valeria Tubaldi, esperta nello studio delle ceramiche romane e delle abitudini alimentari nell’antica Roma.
L’evento culturale, gratuito, è aperto a tutti ed è rivolto a chi desidera esplorare la ricca eredità storica del territorio settempedano.
Laureata in Lettere, indirizzo classico, all’Università degli Studi di Macerata con una tesi sull’Archeologia e la storia dell’arte greca e romana dal titolo: “Urbs Salvia, l’area del Tempio-Criptoportico. Le olle da fuoco: tipologia, impasti e funzioni”, la Tubaldi ha collaborato con l’ateneo maceratese partecipando a numerose campagne di scavo in Italia, in particolare ad Urbisaglia, e all’estero, in Paesi comel’Albania, presso la città romana di Hadrianopolis (Sofratikë) nella regione di Gjirokaster, e in Grecia, a Gortyna di Creta. Ha collaborato con cooperative archeologiche per la documentazione grafica e fotografica dei reperti archeologici, sorveglianze archeologiche e scavi per opere di edilizia privata, progettazione e allestimenti museali (Antiquarium di Pievefavera, Antiquarium comunale di Carassai), didattica museale. Dal 2010 è dipendente del Ministero per i Beni e le Attività Culturali presso la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Ancona e Pesaro e Urbino. Oggetto dei suoi studi archeologici e delle sue pubblicazioni sono la ceramica romana, in particolare la ceramica di uso comune, gli insediamenti e processi produttivi della ceramica, l’archeometria e le abitudini alimentari nell’antica Roma.
Per ulteriori informazioni: ufficio Cultura Comune di San Severino Marche, telefono 0733641309 oppure Museo Archeologico “Giuseppe Moretti”, telefono 0733633919, in orario di apertura.