San Benedetto, tavola rotonda sulla donazione degli organi

Organizzata dell’AIDO Sezione Provinciale di Ascoli Piceno si terrà domani all’Auditorium “G. Tebaldini”

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In occasione dei 20 anni della Legge 1º aprile 1999 n. 91, che disciplina il prelievo di organi, tessuti e cellule e regolamenta le attività di trapianto, obiettivi del Servizio Sanitario Nazionale, l’AIDO Sezione Provinciale di Ascoli Piceno organizza a San Benedetto del Tronto all’Auditorium “G. Tebaldini” sabato 5 ottobre ore 9.15 – 12.30 una tavola rotonda dal tema: “Donazione degli organi: 20 anni dalla Legge 91 dell’1/04/1999”.

Oggi possiamo e dobbiamo festeggiare per i risultati positivi che hanno permesso a decine di migliaia di persone di tornare alla vita grazie al trapianto. Da rilevare che in questi ultimi tre anni, grazie all’aumento delle donazioni, è sensibilmente aumentato il numero dei trapianti.

L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di San Benedetto del Tronto, della Provincia di Ascoli Piceno e dell’ASUR Marche Area Vasta 5.

Alla tavola rotonda saranno presenti: il Dott. Duilio Testasecca, già Coordinatore Regionale Trapianti, l’Avv. Letizia Guidi, la Dott.ssa Lucia Marinangeli, Presidente AIDO Marche, la Dott.ssa Francesca De Pace, Coordinatore Regionale Trapianti, la Dott.ssa Maria Teresa Claser, Coordinatore Ospedaliero Trapianti Area Vasta 5 Ascoli Piceno e il Dott. Umberto Baldini, Coordinatore Ospedaliero Trapianti Area Vasta 5 San Benedetto del Tronto.

Sarà un momento importante di informazione e sensibilizzazione ma anche un momento di riflessione nel corso del quale saranno illustrati i risultati ottenuti nel campo della donazione e trapianto, una terapia che è diventata una eccellenza del nostro Servizio Sanitario Nazionale.

L’AIDO è impegnata da ben 46 anni ad informare correttamente i cittadini affinchè possano esprimere una scelta consapevole. Oltre alla raccolta diretta dei consensi, l’AIDO è partner del progetto “Una scelta in Comune” perché ha ritenuto importante aumentare la raccolta delle manifestazioni di volontà fra tutti i cittadini italiani.

Donare vuol dire aiutare gli altri. È possibile aiutare gli altri anche dopo la morte quando gli organi, i tessuti e le cellule non servono più ed allora diciamo sì alla donazione!

La cittadinanza è invitata a partecipare.