Montecopiolo, presentato il progetto del bike park del Montefeltro

40

Ceriscioli: “Un’attrazione turistica per tutta la famiglia e un modello per le aree montane da utilizzare tutto l’anno”

MONTECOPIOLO (PU) – “Il bike park del Montefeltro è un investimento complessivo di circa 1,5 milioni di euro ed il primo impianto completo nelle Marche. Si tratta di un modello da poter sviluppare in tutte le aree montane della regione specialmente dove ci sono impianti di risalita. L’idea di poter utilizzare tutto l’anno, turisticamente, queste aree con una varietà di strutture che attragga tutta la famiglia, dallo spazio per il bambino alla passeggiata ad anello, dai percorsi tecnici più impegnativi e dagli spazi dove fare allenamento o formazione alle aree per diversamente abili che possono trovare un impianto e mezzi adatti a poter esprimere le proprie capacità. Parliamo quindi di un fatto il grande valore turistico e attrattivo che rafforza l’identità regionale sulla bicicletta e qui lo possiamo fare in un contesto paesaggistico che racconta un po’ tutte le Marche: la bellezza di questi posti, la salita Pantani, luoghi evocativi rispetto ai grandi campioni ciclismo, ma che poi sono aperti a tutti, a tutte le età e in tutte le stagioni. Siamo arrivati al progetto esecutivo del primo Lotto e abbiamo il preliminare gli altri due. La fase dell’approvazione sarà impegnativa perché siamo in montagna, ma i vincoli sono quelli della bellezza. Comunque siamo in una fase avanzata nel percorso di realizzazione e speriamo presto di poter contare su questo infrastruttura per raccontare le Marche, la bicicletta, il Montefeltro e la forza delle nostre aree interne”.

Lo ha detto il presidente della Regione Marche,Luca Ceriscioli oggi a Montecopiolo per presentare il progetto del bike park del Montefeltro (vedi scheda tecnica) che si affianca al progetto delle Ciclovie delle Marche .

Il progetto del Bike Park prevede la sistemazione e il recupero dei sentieri ciclabili esistenti e l’introduzione di nuovi percorsi appositamente studiati una vasta area attrezzata per la pratica della Mountain bike nei territori dei Comuni che fanno parte del Parco Interregionale del Sasso Simone e Simoncello (Carpegna, Montecopiolo, Pietrarubbia, Piandimeleto e Frontino) e che hanno come punto cardine dell’intervento il Monte Carpegna. Questi Comuni (insieme a quello di Pennabilli in Emilia Romagna), all’Unione Montana del Montefeltro e all’Ente Parco Interregionale del Sasso Simone e Simoncello, quest’ultimo come capofila, hanno firmato un accordo di programma per la realizzazione del progetto. La Regione Marche è soggetto attuatore per la progettazione e realizzazione dell’opera. Il primo stralcio, per un importo lavori di circa 120.000 euro, prevede la manutenzione straordinaria della cosiddetta “salita Pantani”, costituita da una tratto di strada comunale (2,6 km), un tratto di strada demaniale regionale (5,7 km) e un tratto di strada consortile (2,8 km) che dal centro del Comune di Carpegna attraversa la loc. Cippo e conduce alla loc. Cantoniera. Tale strada riveste una notevole importanza per la realizzazione del Bike Park del Montefeltro in quanto oltre a permettere l’accessibilità ai percorsi attraverso un servizio bus – navetta, ne aumenterà la sicurezza.

“Credo che dalla prima conferenza stampa sul versante Carpegna a questa di Montecopiolo – ha aggiunto l’assessore regionale Loretta Bravi – , la storia sia andata avanti e di questo sono oggi molto contenta perché c’è un piano di fattibilità compiuto e un piano esecutivo che per la prima fase si può dire concluso. Sicuramente strada facendo non mancheranno i problemi tecnici, ma la cosa importante è che c’è la volontà delle persone prima di tutto, dei giovani dai quali è iniziato, degli enti istituzionali, dell’ente Parco e dell’Unione dei Comuni di portare avanti questo progetto che è molto corposo, perché all’ 1,2 milioni di euro stanziati per il progetto la Regione ha aggiunto anche un ulteriore investimento di oltre 300mila euro per la disabilità. Una cifra nel complesso cospicua, che al di là del valore economico, ha un valore culturale grandissimo perché significa mettere in rete dei Comuni, significa fare un progetto virtuoso ambizioso che vuol creare un indotto economico, culturale e turistico nel Montefeltro”.

L’assessore Bravi ha anche ricordato l’impegno nell’iniziativa dei consiglieri regionali Gino Traversini e Andrea Biancani.

Soddisfatti anche i sindaci presenti che hanno sottolineato l’importanza dell’attenzione alle aree interne e di queste iniziative per tenerle vive.

“Grazie alla Regione – ha commentato il primo cittadino di Montecopiolo Pietro Rossi – che ha scelto questo territorio per costruire una nuova opportunità per tutto il comprensorio del Montefeltro investendo una cifra importante. Mi auguro la massima collaborazione degli amministratori e degli enti affinchè questo progetto si possa realizzare il più presto possibile. Sarà una svolta per il territorio e per tutte le attività economiche e ricettive”.