Le Marche aderiscono alla Settimana del Pianeta Terra

66

Torna dal 3 al 10 ottobre 2021 il Festival nazionale delle Geoscienze, uno dei maggiori eventi di diffusione della cultura scientifica del nostro Paese

MARCHE – Dal 3 all’10 ottobre 2021 si terrà la nona edizione  della Settimana del Pianeta Terra, il Festival delle Geoscienze con  oltre 80 appuntamenti, i “Geoeventi” per la maggior parte gratuiti.

Previsti escursioni; passeggiate nei centri urbani e storici; porte aperte nei musei; centri di ricerca e osservatori astronomici; laboratori didattici e sperimentali; esposizioni; letture, conferenze e seminari; attività artistiche, musicali e ludiche; enogastronomia.

I Geoeventi rappresentano una grande opportunità per scoprire il ruolo determinante che le Geoscienze rivestono nella nostra quotidianità, con un compito strategico per lo sviluppo sostenibile a livello economico, sociale e ambientale non solo del nostro Paese ma dell’intero Pianeta: le Geoscienze riguardano i delicati equilibri della natura, ne determinano il benessere e, con esso, la nostra stessa salute.

La Settimana del Pianeta Terra è un’iniziativa ideata nel 2012 da Rodolfo Coccioni, paleontologo, e da Silvio Seno, geologo.

“L’obiettivo del Festival – spiega Rodolfo Coccioni– è narrare le storie scientifiche che accompagnano questo patrimonio, per trasmettere esperienza, coinvolgere emozionalmente il grande pubblico, incuriosirlo o addirittura per commuoverlo. È questa la via da percorrere perché tutti possano guardare l’ambiente che ci circonda con uno sguardo e una sensibilità rinnovati.”

È una settimana che vogliamo dedicare a conoscere meglio la delicatezza e la necessità di protezione dell’ambiente che ci ospita – ribadisce Silvio Seno- Vogliamo far conoscere e promuovere anche quei territori che, fuori dalle gran- di traiettorie del turismo, sono fatti di un’offerta turistica lenta e rispettosa. I patrimoni geologici, ambientali e naturalistici, opportunamente valorizzati, rappresentano anche una chiave di sviluppo sostenibile per le economie dei piccoli territori.”

Per l’alto contenuto scientifico e il particolare approccio comunicativo, il Festival nazionale delle Geoscienze ha ottenuto il patrocinio del Ministero per la Transizione Ecologica, dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ISPRA, del Consiglio Nazionale dei Geologi, dell’Associazione Geologia Medica Italiana e dell’iniziativa Bellezza in Costituzione.
La Settimana del Pianeta Terra aderisce alla campagna #plasticfree.

Le Marche aderiscono a questa manifestazione con i seguenti geoeventi:

Il patrimonio geopaleontologico vettore di sviluppo turistico sostenibile; https://www.settimanaterra.org/node/4328
La paleontologia, la geologia del Parco Naturale del San Bartolo e le collezioni naturalistiche; https://www.settimanaterra.org/node/4341
In grotta con il geologo; https://www.settimanaterra.org/node/4366
Il paleolago di Montelago nel paesaggio di Dante; https://www.settimanaterra.org/node/4372
Il vero paesaggio della Gioconda; https://www.settimanaterra.org/node/4423
Concept Arte e Scienza – Crea mondi e creature credibili, grazie alle Geoscienze e alle Scienze naturali!; https://www.settimanaterra.org/node/4431
Workshop di idromorfologia-ecologia nella Riserva Ripa Bianca (Fiume Esino, Jesi); https://www.settimanaterra.org/node/4386
L’anello del Monte Igno: escursione geo-archeologica tra i siti preistorici di Montelago; https://www.settimanaterra.org/node/4386
Dalle rocce della Gola del Furlo alla geologia planetaria; https://www.settimanaterra.org/node/4409
Disegna un dinosauro! Laboratorio di illustrazione per “paleoartist” in erba; https://www.settimanaterra.org/node/4430
Il cammino dei minatori; https://www.settimanaterra.org/node/4390

Tutti i Geoeventi sono consultabili sul sito www.settimanaterra.org