Macerata, Coronavirus: punto della situazione sull’andamento dei contagi

6

MACERATA – Il sindaco Sandro Parcaroli e il delegato funzionale alla Sanità, Giordano Ripa, tornano a fare il punto sulla situazione pandemica da covid-19 nell’ambito del territorio comunale di Macerata.

“La situazione a Macerata, -interviene Parcaroli -, che si evidenzia dai dati degli ultimi venti giorni, vede una tendenza alla stabilizzazione del numero dei nuovi casi di positività al Covid-19. Si intravede finalmente uno spiraglio di luce ed è proprio per non rendere vane tutte le nostre rinunce, torno ad appellarmi al senso di responsabilità dei cittadini chiedendo di osservare scrupolosamente le dovute precauzioni come indicato dai vari protocolli soprattutto in occasione delle intercorrenti festività. E’un enorme sacrificio per tutti, saranno brindisi sotto tono ma serviranno per farci tornare a festeggiare tutti insieme senza distanze”.

Di seguito l’andamento dei contagi di Macerata città:

DATA

ISOL.TO FIDUCIARIO

POSITIVI

TOTALE IN QUARANTENA

30-dic

179

225

404

29-dic

177

223

400

28-dic

176

242

418

27-dic

161

241

402

26-dic

161

240

401

25-dic

165

239

404

24-dic

169

248

417

23-dic

157

256

413

22-dic

139

259

398

21-dic

110

257

367

20-dic

91

252

343

19-dic

90

256

346

18-dic

140

270

410

17-dic

225

267

492

16-dic

224

264

488

15-dic

237

283

520

14-dic

300

292

592

13-dic

350

276

626

12-dic

320

291

611

11-dic

338

310

648

10-dic

268

317

585

Il delegato alla sanità Giordano Ripa osserva che “dopo la progressiva flessione del numero dei contagi e, parallelamente, dei soggetti in isolamento domiciliare, successiva al picco della seconda ondata di pandemia verificatesi nelle prime due decadi del mese di novembre, registriamo una fase di plateau nelle ultime due settimane per quanto riguarda i casi di nuova positività rilevati, mentre si è verificato un progressivo moderato incremento delle persone in isolamento fiduciario da interpretare con verosimile probabilità a maggiori situazioni di contatto stretto. Continueremo giornalmente a monitorare l’andamento epidemiologico locale”.

“Da circa un mese –prosegue Ripa – non ci sono pervenute segnalazioni di particolari criticità negli accessi e nella gestione di pazienti covid positivi presso il pronto soccorso dell’ospedale cittadino. Con l’occasione vogliamo ricordare il recente screening di massa eseguito dal 18 al 23 dicembre per la lotta alla diffusione ed al contenimento del diffondersi dell’infezione da Covid 19, promosso e deliberato dalla Giunta della Regione Marche e coordinato dall’assessore alla Sanità regionale Filippo Saltamartini e magistralmente organizzato dalla dirigenza ASUR Marche sotto la direzione della dottoressa Nadia Storti e dalla dottoressa Daniela Corsi, recentemente nominata direttrice di Area Vasta 3.

Diverse attestazioni di plauso per la puntuale ed impeccabile macchina organizzativa, che si è avvalsa di un sistema di prenotazione on line, oltre che di un servizio telefonico attivo dieci ore al giorno, sono giunte al Sindaco da parte di cittadini che si sono recati a Villa Potenza per sottoporsi al test. L’Amministrazione comunale ha inoltre curato la parte logistica mettendo a disposizione personale comunale, vigili urbani, ufficio Tecnico e ufficio Economato sempre presenti nel padiglione della polistruttura di Villa Potenza adeguatamente allestito per l’esecuzione dello screening. Questa fase – prosegue ancora Ripa – ci ha consentito di rodare un sistema basato sulla collaborazione fra Enti che, in maniera sinergica, hanno operato per il raggiungimento di un obiettivo comune e utile per la collettività. Non hanno mai fatto mancare la loro presenza il personale della Croce Rossa di Macerata e la rete comunale delle associazioni di volontariato della Protezione Civile.

A tutti coloro che a vario titolo hanno prestato il loro prezioso ed insostituibile servizio va il sincero e sentito sentimento di riconoscenza e ringraziamento del Sindaco e di tutta l’Amministrazione comunale”.

Il delegato alla Sanità Giordano Ripa informa, con molta soddisfazione, che finalmente ha avuto inizio il 27 dicembre la somministrazione del vaccino anti Covid 19 ai primi 20 operatori sanitari dipendenti ASUR scelti secondo un criterio di selezione basato su un modello matematico che tiene conto di diverse variabili (età, fattore di rischio tipo di operatività ecc…). A brevissimo intervallo di tempo inizierà la vera campagna vaccinale con modalità di esecuzione indicate nella tabella sottostante “Sorveglianza AIFA” dell’Agenzia Italiana Farmaco”.