Camerino, all’UTEAM la geodiversità dei Monti Sibillini

145

CAMERINO  – Nella sede di via Medici ieri pomeriggio il dott. Giuseppe Crocetti di Unicam ha parlato de “La geodiversità dei Monti Sibillini” nell’ambito degli incontri “I sabato all’UTEAM di Camerino”, aperti agli iscritti dell’Università della Terza Età e a coloro che scelgono di passare un pomeriggio di arricchimento culturale.
Solo una grande passione e un’approfondita conoscenza della materia può permettere ad uno studioso di far comprendere concetti fondamentali della geologia a un’utenza che ha tutt’altra formazione. Il dott. Crocetti ha perfettamente centrato l’obiettivo e attraverso immagini e video ha parlato degli Appennini umbro-marchigiani e della formazione di questa particolare catena montuosa che arriva fino al Monte Conero, soffermandosi in particolare sui Sibillini, il cui nome rievoca leggende antiche e suggestive legate alla Sibilla. Rocce, placche e faglie davvero alla portata di tutti, ma sempre trattate con rigore scientifico. Molto soddisfatte dell’iniziativa la coordinatrice di Camerino e la direttrice dei corsi della sede centrale di San Severino Marche, Anna Vissani, presente all’incontro.
Sabato 9 aprile 2021 è fissato un nuovo appuntamento, dal titolo: “Quanta storia c’è…” che si svolgerà nella sezione Archivio di Stato di Camerino dove alle ore 17 l’archivista Daniela Casadidio accompagnerà i partecipanti in un viaggio attraverso i documenti di archivio.