Ancona, ha preso il via oggi lo screening di massa Covid-19

14

Attive cinque linee telefoniche per le prenotazioni che alle 12.00 di oggi erano già 8.200. Sopralluogo al Palaindoor del Presidente della Regione  Francesco Acquaroli

ANCONA – Ha preso il via oggi,18 dicembre 2020, lo screening di massa Covid-19 con test rapidi antigenici organizzato dalla Regione Marche con la collaborazione del Comune di Ancona, dell’Asur Area vasta 2. Rivolto, gratuitamente e su base volontaria, alla popolazione marchigiana è finalizzato alla prevenzione del contagio, ad alleviare il livello di pressione sulle strutture sanitarie e a garantire la tenuta socio-economica del tessuto regionale. Al Palaindoor delle Palombare,  tutto si è svolto regolarmente e senza nessun ritardo.A partire  dalle 8.00 coloro che si erano prenotati hanno iniziato a raggiungere la struttura di via della Montagnola dove il personale dell’Asur, suddiviso in 20 postazioni, era pronto per provvedere agli accertamenti. La capillare e precisa organizzazione delle modalità di effettuazione dei tamponi ha evitato  assembramenti, garantendo il rispetto dei tempi di attesa e l’opportuno distanziamento oltre alla puntuale verifica delle condizioni di coloro che hanno avuto accesso alla struttura da parte del personale sanitario (autocertificazione, misurazione della temperatura). Alle 12.00 di oggi erano già 8.200 le persone prenotate per l’esame (dato complessivo dall’avvio delle prenotazione dalle 12 del 16 dicembre).

“Grazie alla fattiva collaborazione di tutti i soggetti interessati a questa operazione e alla disponibilità dei volontari della Protezione civile comunale e regionale, siamo riusciti a far partire lo screening rispettando i tempi previsti, anzi in certi casi abbiamo anche ridotto le attese – afferma l’assessore alla Protezione Civile del Comune di Ancona, Stefano Foresi -. Proseguiremo fino al 23 dicembre per poi riprendere dal 27 al 30 dicembre. Invito le persone a prenotarsi possibilmente sul sito dell’Amministrazione anche se da ieri mattina abbiamo attivato cinque linee telefoniche. Infine un particolare ringraziamento va agli operatori sanitari che stanno prestando la loro opera per questa iniziativa”.

Per prenotarsi è preferibile utilizzare IL LINK http://www.comune.ancona.gov.it e seguire le indicazioni. Chi non ha accesso a internet, può scegliere la prenotazione telefonica (da ieri sono state attivate altre due linee) ai numeri 071 222 2112 – 2303 – 2934- 3071 – 3089 a disposizione per coloro che hanno difficoltà a muoversi o hanno esigenze particolari.

Un bus navetta dedicato con percorso Piazza Cavour-Piazza Ugo Bassi – Palaindoor è stato istituito nei giorni dei tamponi:

da venerdì 18 a mercoledì 23 dicembre 2020

da domenica 27 a mercoledì 30 dicembre 2020

Percorso: P.zza Cavour – Galleria Risorgimento – P.zza Ugo Bassi –

PalaIndoor – P.zza Ugo Bassi – Galleria Risorgimento – P.zza Cavour

Partenze da P.zza Cavour

08:00 08:30 09:00 09:30 10:00 10:30

11:00 11:30 12:00 12:30 13:00 13:30

14:00 14:30 15:00 15:30 16:00 16:30

17:00 17:30 18:00 18:30 19:00 19:30

Il transito del bus presso il PalaIndoor avviene dopo circa 14 minuti dall’orario di partenza da P.zza Cavour. Il servizio bus-navetta è gratuito per l’utenza.

MODALITA’ E ULTERIORI INFORMAZIONI

Da oggi per dieci giorni (fino al 23 e dal 27 al 30) sarà possibile fare il tampone nasofaringeo rapido, su base volontaria, gratuitamente per mano del personale sanitario, dalle 8.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 19.30.

Il tampone non è obbligatorio, ma consigliato per contrastare il diffondersi dell’epidemia: possono farlo tutti i residenti e i non residenti che soggiornano per motivi di lavoro o di studio. I minorenni devono essere accompagnati.

Non possono fare il tampone:

Persone che hanno sintomi che indichino un’infezione da Covid-19;
Persone attualmente in malattia per qualsiasi altro motivo;
Persone in stato di isolamento per test positivo negli ultimi tre mesi;
Persone attualmente in quarantena o in isolamento fiduciario;
Persone che hanno già prenotato l’esecuzione di un tampone molecolare;
Persone che eseguono regolarmente il test per motivi professionali;
Minori sotto i 6 anni;

Persone ricoverate nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie comprese le case di riposo pubbliche e private.

Come si svolgerà il servizio? Ci si dovrà presentare al Palaindoor, dopo essersi prenotati, con la tessera sanitaria, un documento di identità e il modulo di autocertificazione già compilato reperibile sul sito del Comune di Ancona. E’ obbligatorio indossare la mascherina.

Il responso del tampone si otterrà dopo circa 20 minuti. Chi risultasse positivo, dovrà poi fare il tampone molecolare alla postazione driver all’esterno del Palaindoor.

Sopralluogo al Palaindoor di Ancona del presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli: “L’eventuale negatività non è una patente di immunità e bisogna comunque rispettare norme, ordinanze e dpcm”

Poco dopo mezzogiorno il Presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, è arrivato al Palaindoor ed ha espresso la sua soddisfazione per l’intera operazione e per l’organizzazione, oltre che per la buona affluenza e le prenotazioni incoraggianti.

Ha sottolineato il Presidente: “Se realizzato con la determinazione che ci stiamo mettendo può portare un risultato importante alla lotta alla pandemia e per questo ringrazio tutti coloro che sono coinvolti attivamente e tutti i marchigiani che si sono sottoposti o si sottoporranno al tampone rapido”.

 “Individuare, tracciare e isolare il virus sono gli obiettivi principali di questo progetto che abbiamo fortemente voluto – ha ribadito il Presidente – lo screening è rivolto alle persone asintomatiche che al momento non hanno sintomi o non si sottopongono regolarmente a tamponi per motivi di lavoro. Si tratta quindi di individuare soggetti asintomatici che sono positivi e che potrebbero moltiplicare il virus tra la popolazione. Non si tratta però di una patente di immunità – ha aggiunto il Presidente – il tampone fotografa la situazione al momento in cui ci si sottopone al controllo. Chi fa il tampone può diventare positivo anche poche ore dopo, quindi non si è esenti dal continuare a rispettare tutte le misure di sicurezza e i comportamenti adeguati. Sottoporsi al test però è un atto di responsabilità nei propri confronti e nei confronti di tutte le persone che ci circondano”.

L’operazione di screening diffuso “Marche Sicure” è in corso da questa mattina nei Comuni di Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e Urbino. A seguire nelle prossime settimane saranno coinvolti tutti i Comuni delle Marche, in più fasi, che verranno comunicate non appena saranno definite. Lo screening punta alla massima adesione della popolazione marchigiana per tutelare la salute e prevenire la preannunciata terza ondata in attesa dell’avvio della campagna di vaccinazione. Lo screening, che si ricorda essere completamente gratuito e su base volontaria, si effettua attraverso il tampone antigenico rapido in grado di rilevare la presenza del virus e di dare un risultato in circa 15-30 minuti. Il test è sicuro e indolore. Sul sito della Regione Marche e dei rispettivi Comuni si trovano tutte informazioni, le modalità e i luoghi delle strutture dove effettuare lo screening Covid-19.
«L’obiettivo dello screening è individuare il virus, isolarlo e tracciarlo– ha detto Acquaroli- le persone sottoposte al test sono asintomatiche e quindi possiamo scoprire quanti sono i positivi che, inconsapevolmente, moltiplicano il virus nella popolazione attiva».

Il Presidente della Regione ha ribadito che l’eventuale negatività: «Non è una patente di immunità e bisogna comunque rispettare norme, ordinanze e dpcm». Poi una fotografia della curva epidemiologica nelle Marche: «L’indice Rt di questa settimana, che è relativo a quella scorsa, è allo 0,9 e attesta una lieve diminuzione rispetto a sette giorni fa- ha concluso  Acquaroli- c’è una stabilizzazione della curva, ora si tratta di capire se rimarrà così o tornerà a crescere».“