Al via il progetto “Il fiume va sa dove andare” promosso da Legambiente Marche e Coop Alleanza 3.0

CIVITANOVA MARCHE – Con “Il fiume va, sa dove andare”, Legambiente Marche, in collaborazione con Coop Alleanza 3.0 intendono intende porre all’attenzione delle comunità locali lo stato attuale dei fiumi Chienti, Potenza e Tenna, collegandoli a quello che sono stati e hanno rappresentato nel passato, e ponendo le basi per gli scenari futuri, nel pieno rispetto dei temi dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile. Il progetto è volto a informare e a sensibilizzare gli abitanti del territorio, partendo dal mondo della scuola, con attività pratiche sulle rive dei fiumi e sulla costa, documentando il tutto con fotografie tradizionali e digitali e servendosi di tutti gli strumenti tecnologici a disposizione per la più ampia diffusione del progetto.

“Il fiume va, sa dove andare” è sostenuto da Coop Alleanza 3.0 e realizzato da Legambiente Marche, associazione di volontariato, impegnata nelle tematiche dell’ambientalismo scientifico, con campagne di sensibilizzazione (operazione fiumi), con monitoraggi scientifici (Goletta Verde, Beach Litter e dossier sulle acque reflue urbane), con convegni (Ecoforum Marche e Comuni ricicloni) e didattica ambientale nelle scuole.

“Il fiume va, sa dove andare” si inserisce fra le 60 iniziative promosse dalla Cooperativa a sostegno della risorsa acqua: Coop Alleanza 3.0 ha deciso di sostenere l’ambiente con iniziative di associazioni locali impegnate per la tutela di mari e fiumi, la lotta all’inquinamento, l’educazione verso le scuole e le famiglie. L’attività è finanziata grazie a “1 x tutti e 4 x te”: l’1% del valore degli acquisti dei prodotti Coop, in questo caso i prodotti della linea viviverde, permette a soci e consumatori di sostenere queste iniziative ambientali sui territori in cui la cooperativa opera.

“L’ambiente è da sempre al centro dell’attenzione di Coop Alleanza 3.0 – dice Meri Marziali presidente della zona soci di Macerata Fermo – dalla vendita di prodotti biologici ed ecologici alla gestione sostenibile di energia ed acqua, dalla lotta agli sprechi agli incontri di sensibilizzazione”.

A livello nazionale Coop ha aderito alla campagna lanciata dall’Unione europea per la riduzione della plastica e la sostituzione di quella usa-e-getta con materiali alternativi e biodegradabili da tutti i prodotti a marchio Coop e ha rilanciato un ulteriore intervento per la lotta all’uso dei pesticidi con l’ulteriore eliminazione dell’uso di 4 molecole controverse per l’ambiente (4 erbicidi, tra cui il glifosato) e il ricorso a modalità di gestione alternative. Questa estate sono stati prodotti prima ciliegie e poi meloni liberi da queste 4 e ora anche uva e clementine (per un totale di 15 colture nel corso del 2019).

“Nell’era del surriscaldamento globale è necessario che ognuno di noi si metta in gioco per mitigare questo cambiamento in corso”, ha dichiarato Marco Ciarulli, Responsabile Scientifico Legambiente Marche Onlus. “La difesa del nostro pianeta deve essere una priorità e la tutela degli ecosistemi fluviali passa anche da quest’importante progetto che unisce cittadinanza attiva ad ambientalismo scientifico”.

Il progetto parte con la prima iniziativa che è prevista per oggi, 29 settembre, a Civitanova Marche alle ore 9 presso la foce del fiume Chienti, per sensibilizzare un’iniziativa di sensibilizzazione e pulire ilpulizia del tratto di foce del fiume.

“Il Fiume Chienti, in particolar modo la sua foce, nonostante i numerosi impatti antropici subiti, rimane una zona di transizione fra fiume e mare, ecologicamente importante, sia per la vegetazione ripariale che per l’avifauna, nonché per i derivanti servizi ecosistemici”, ha dichiarato Marco Cervellini – Vice Presidente e Responsabile Aree Verdi e Protette del circolo “Sibilla Aleramo” di Legambiente Civitanova Marche.

Le altre iniziative territoriali previste avranno lo stesso stampo e termineranno con l’ultimo evento previsto a Tolentino. Di seguito le date delle varie iniziative territoriali:

– 29 settembre: Civitanova Marche

– 20 ottobre: Porto San Giorgio

– 27 ottobre: Macerata e San Severino Marche

– 16 novembre: Tolentino