Violenza sessuale sul treno: nigeriano finisce nel carcere di Montacuto

98

Polizia ferroviaria PolferANCONA – Nel pomeriggio di ieri personale della Polizia Ferroviaria di Giulianova (TE) ha proceduto all’arresto di un nigeriano di 25 anni, residente a Jesi, per violenza sessuale nei confronti di una studentessa universitaria. La pattuglia in servizio di scorta viaggiatori, mentre si trovava a bordo del treno Bari–Bologna, durante un controllo notava una ragazza in stato di disagio che manifestava anche paura.

Gli agenti si avvicinavano così alla giovane donna che poco prima aveva subito la morbosa attenzione di un uomo, il quale, approfittando dello scompartimento vuoto, si sedeva di fronte alla malcapitata e la toccava in alcune parti del corpo mettendole le mani sulla bocca. Aveva cercato dapprima la sua attenzione cercando di conversare, così come raccontato dalla malcapitata agli agenti, ai quali confidava di essere rimasta impietrita da quanto le stava accadendo e spaventata anche dalla mole fisica del nigeriano.

I poliziotti quindi bloccavano l’uomo (che è risultato avere precedenti specifici per aggressioni a donne) e lo traevano in arresto per violenza sessuale. Dopo le formalità di rito il 25enne, posto a disposizione della Procura della Repubblica, veniva associato alla Casa Circondariale di Montacuto (AN).