Sicurezza sui luoghi di lavoro, controlli dei Carabinieri nel Fermano

15

 

 

 

Riscontrate violazioni in cantieri affidati a imprese subappaltatrici e finanziati con fondi provenienti dal PNRR e con fondi regionali

FERMO E PROVINCIA – Nei giorni scorsi, nella costante opera di tutela della sicurezza e dei diritti dei cittadini, i Carabinieri del Comando Provinciale di Fermo hanno condotto specifici servizi pianificati e finalizzati alla verifica del rispetto della normativa sul lavoro nei cantieri di imprese aggiudicatarie di appalti pubblici affidati con fondi del PNRR. In particolare, a Servigliano (FM), il Reparto Operativo di Fermo, unitamente a militari della Compagnia di Montegiorgio, supportati da personale specializzato del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Ascoli Piceno, hanno eseguito un mirato controllo presso un cantiere per la manutenzione straordinaria inserita nel Programma Triennale Opere Pubbliche 2022/2024, finanziato con fondi PNRR dell’Unione Europea chiamato “Cinema Moderno”. Durante il controllo, sono stati identificati diversi operai e riscontrate gravi violazioni della normativa prevista dalla legge 81/2008, relativa alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. L’amministratore unico dell’impresa è stato deferito in stato di libertà per violazione dei requisiti di salute e sicurezza, nonché degli obblighi del datore di lavoro. Gli è stata irrogata un’ammenda pari a circa 14.000,00 euro. Il coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione è stato deferito in stato di libertà per violazione della normativa sulla vigilanza e gli è stata irrogata un’ammenda di circa euro 9.000. Analogamente i militari hanno svolto un’attività di controllo mirato nei cantieri del comune di Porto San Giorgio (FM), al fine di verificare il rispetto della normativa sul lavoro. Anche in questo caso i cantieri sono stati affidati a imprese subappaltatrici con l’utilizzo di fondi provenienti dal PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza). In collaborazione tra loro, i militari del Reparto Operativo dei Carabinieri e della compagnia di Fermo con il reparto speciale del NIL Carabinieri di Ascoli Piceno, hanno eseguito un servizio di controllo specifico presso il cantiere chiamato “rigenerazione urbana del lungomare Gramsci Sud del comune di Porto San Giorgio”. Durante il controllo, sono stati identificati lavoratori dell’impresa subappaltatrice e sono state riscontrate violazioni della normativa sulla salute e sicurezza sul lavoro prevista dalla legge 81/2008 (Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro). L’amministratore unico dell’impresa è stato deferito in stato di libertà per violazione degli obblighi dei datori di lavoro, dei dirigenti e dei preposti, con irrogazione di ammende pari a circa 3.000 euro. Successivamente, i militari hanno effettuato un controllo mirato presso il cantiere denominato “completamento ponte ciclopedonale sul fiume Ete Vivo” a Marina Palmense che collega Fermo con Porto San Giorgio. Questo progetto è invece finanziato con fondi del Programma Operativo Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014/2020. Durante il controllo, sono stati identificati lavoratori dipendenti dell’impresa subappaltatrice e sono state riscontrate violazioni della normativa sulla salute e sicurezza sul lavoro prevista dalla legge 81/2008. L’amministratore unico dell’impresa è stato deferito in stato di libertà per alcune violazioni, con irrogazione di ammende pari a circa 3.000 euro. Allo stesso modo, è stato deferito il coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione per violazione degli obblighi del coordinatore per l’esecuzione dei lavori, con irrogazione di un’ammenda pari a circa 9.000 euro. Questi controlli mirati dimostrano l’importanza della tutela della sicurezza nei luoghi di lavoro e l’impegno dei Carabinieri nel garantire il rispetto della normativa vigente soprattutto a tutela degli operai coinvolti. L’Autorità giudiziaria è stata informata dal reparto speciale Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Ascoli Piceno, che procederà secondo le normative di specifica competenza.