Pesaro, “Oltre l’effimero”: il 15 dicembre il primo appuntamento

34

Alla Biblioteca Bobbato, prende il via il ciclo di iniziative che fanno parte della seconda edizione della rassegna tra sport e cultura. Saranno diverse le tappe lungo l’anno di Pesaro Capitale italiana della cultura 2024

PESARO – Dopo il successo della prima edizione, torna ‘Oltre l’effimero’, il progetto che fa dialogare sport e letteratura attraverso una serie di incontri. Promossa dagli assessorati dalla Bellezza e allo Sport del Comune di Pesaro, la nuova tornata è ancora più ricca e prevede diverse tappe che arricchiranno il calendario di Pesaro 2024.

Alla conferenza stampa erano presenti: per il Comune Daniele Vimini vicesindaco e assessore alla Bellezza e Mila Della Dora assessore allo Sport, Giuliano Martufi curatore della rassegna, il medico sportivo Piero Benelli, Leonardo Lagò ricercatore di ISCOP.

Ha aperto Daniele Vimini: ringrazio le realtà coinvolte in questa nuova edizione di ‘Oltre l’effimero’ con nuovi incontri che arricchiranno il palinsesto di Pesaro 2024 con il racconto dello sport del territorio – un’eccellenza che segna la nostra comunità – e in ambito nazionale, sport che diverrà uno dei temi protagonisti dell’anno da Capitale.

Ha continuato Mila Della Dora: già con la prima iniziativa del 15 dicembre che vede protagonisti tanti sportivi pesaresi, parliamo della ‘cultura’ del basket nata nei campi parrocchiali. Si tratta quindi di una vera e propria filosofia, la cultura di vivere lo sport che verrà raccontata da Pesaro 2024 anche attraverso i libri che verranno presentati nei prossimi mesi e nelle altre iniziative curate dal dottor Benelli. Si partirà dal basket ma si arriverà ad altre discipline sportive e si darà voce anche alle figure che non sono scese in campo ma hanno supportato i risultati da dietro le quinte come i preparatori atletici ad esempio.

Giuliano Martufi ha ricordato come il nucleo principale della rassegna Oltre l’effimero è costituito dalle presentazioni editoriali ‘ma abbiamo pensato di arricchire l’offerta in occasione di Pesaro 2024: da qui l’idea dei due convegni di approfondimento sullo sport di base’

Per Leonardo Lagò il convegno del 15 dicembre vuole essere una sorta di dialogo tra la storia sportiva – in particolare la pallacanestro – e la storia cittadina attraverso le voci di ricercatori e di sportivi. Del progetto fanno parte anche un libro e una serie di podcast.

Ha concluso Piero Benelli: sono contento di partecipare come uomo di sport a queste iniziative che si realizzano grazie anche al supporto di Fisioclinics Pesaro e di Casa VL. L’evento sul nuoto – eccellenza su cui Pesaro ha una tradizione importantissima – sarà non a caso il 22 marzo Giornata Internazionale dell’Acqua, prevede due ospiti d’eccezione: Giulia Ghiretti e Novella Calligaris, e si articola in diverse proposte tra cui letture di testi e una mostra fotografica. L’appuntamento di maggio è l’occasione per fare il punto sullo sport – con testi, filmati e parole – con quattro eccellenze sportive pesaresi che hanno girato il mondo e hanno alle spalle esperienze notevoli. Credo che da un incontro del genere possano emergere temi e argomenti che potranno destare interesse e portare un contributo originale al dibattito tra sport e cultura.

L’anteprima è per venerdì 15 dicembre (dalle 15.30 alle 19.30) alla Biblioteca Bobbato (Galleria dei Fonditori, 64) con il convegno nazionale ‘Strani rimbalzi. Pesaro, Venezia, Livorno: la pallacanestro (e non solo) dialoga con la storia cittadina’. Partecipano: Augusto Bottioni, Stefania Bertelli, Leonardo Lagò, Gianluca della Maggiore, Franco Bertini, Alessandro Rizzardini, Andrea Forti. Promosso da Iscop Istituto di Storia Contemporanea della Provincia di Pesaro e Urbino, Memorie di Marca, Biblioteca Archivio Vittorio Bobbato, il convegno rientra nel progetto ‘Più di un gioco. Pesaro e il basket’ sostenuto dalla Regione Marche/Assessorato alla Cultura e dal Comune di Pesaro/Assessorato allo Sport.

La rassegna ‘Oltre l’effimero’ torna con le presentazioni editoriali da martedì 23 gennaio 2024; confermata la sede: Palazzo Ciacchi, gentilmente concesso da Confindustria Pesaro Urbino. Questo il calendario: il 23 gennaio Emiliano Poddi presenta il suo libro sul basket Le vittorie imperfette in dialogo con Giorgio Bonaga, il 7 febbraio Emilio Gentile dialoga con Paolo Teobaldi intorno a Il lanciatore di giavellotto di Paolo Volponi, il 21 febbraio Maria Nadotti traduttrice e curatrice dell’opera di John Berger, discute con Alberto Pancrazi dei testi raccolti in Sulla motocicletta; il 6 marzo ‘Boscia’ Tanjevic conversa con Franco Bertini intorno al libro di Gigi Riva L’ultimo rigore di Faruk che ha per sfondo la drammatica dissoluzione della Jugoslavia.

Il 22 marzo presso la piscina del Centro Federale Facchini (via Togliatti) è la volta di “Senza peso e senza età – Bracciate che annullano le distanze (la magia del nuoto)”. Giulia Ghiretti (23 podii mondiali, olimpici e mondiali nelle competizioni paraolimpiche) e Novella Calligaris, la più grande nuotatrice italiana dell’era pre-Pellegrini, prenderanno parte a una chiacchierata e a un piccolo happening non senza cenni a immagini e ricordi di storie delle grandi stagioni del nuoto pesarese, eccellenza sportiva di lunga tradizione (da Angelo Romani a Filippo Magnini). L’incontro è a cura di Piero Benelli.

Il 4 maggio a Palazzo Montani Antaldi in programma l’incontro ‘Parlare di sport tra luoghi comuni, vittorie e fallimenti: esperienze simbolo della Pesaro sportiva”: una tavola rotonda in cui il dottor Piero Benelli (medico della Nazionale di pallavolo maschile) animerà un confronto con 4 concittadini, protagonisti dietro le quinte, del mondo sportivo ai massimi livelli: Giorgio Ciaschini (calcio), Gianluca Pascucci (basket NBA), Matteo Panichi (preparatore atletico Nazionali di basket), Matteo Giunta (nuoto). L’incontro è a cura di Piero Benelli.

A proposito di sport e del nuovo interesse attorno al tema, vale la pena ricordare che la definitiva presa d’atto del corpo come punto d’incontro tra “io” e “società” è compresa nella recente aggiunta all’articolo 33 della nostra Costituzione che riconosce il “valore…del benessere psicofisico delle attività sportive” e inserisce il diritto allo sport tra i diritti costituzionali.

Nella foto  da sinistra, Vimini, Benelli, Della Dora, Martufi, Lagò