Neri Marcorè: ancora un successo per “RisorgiMarche”, concerti gratuiti nei luoghi del sisma

Neri MarcorèPORTO SANT’ELPIDIO – Neri Marcore’ (foto) sempre più simbolo della sua regione di provenienza: le Marche. L’attore, infatti, ha riproposto anche quest’anno una serie di concerti gratuiti che si sono tenuti nei luoghi più suggestivi tra quelli della nostra terra che sono stati colpiti dal sisma. Parliamo di grandi nomi come Jovanotti e non solo. Chapeau.

Recentemente Marcorè è anche tornato on air grazie allo spot “Le Marche non ti abbandonano mai“, commissionato ai tempi della giunta Spacca, e nel quale appare anche il noto comico Max Pisu. D’altronde, Neri non perde mai occasione per ricordare le sue origini, e questo non può che farci piacere.

Ma Marcorè e’ un esempio di talento misto altresì a una grande sensibilità. Qualche tempo fa, infatti, ha girato uno spot televisivo a Osimo insieme al noto showman Renzo Arbore. I due hanno realizzato una campagna promozionale per il nuovo Centro nazionale della Lega del Filo d’Oro, in fase di costruzione proprio a Osimo.

E’ stata, questa, la prima occasione in cui entrambi si sono ritrovati per sostenere le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali. Due grandi personaggi dello spettacolo, uniti da una sensibilità altrettanto grande: Arbore è già da anni testimonial della Lega del Filo d’Oro, e ora a lui si è unito anche Marcorè, per far sì che la solidarietà raddoppi, come sottolineano i due proprio nello spot.

Tuttavia Marcorè, come dicevamo, rappresenta anche un grande talento. Si pensi ad esempio a ‘Quello che non ho’, il suo spettacolo liberamente ispirato all’opera di Pier Paolo Pasolini con canzoni di Fabrizio De André. Dopo aver esplorato Gaber e i Beatles, questa volta il bravo Neri si confronta con un reinventato esempio di teatro canzone che, ispirandosi a due giganti del nostro recente passato, prova a costruire una visione personale dell’oggi. Un tempo nuovo e in parte inesplorato in cerca di idee e ideali. Le Marche, perciò, devono essere fiere di aver dato i natali a Neri Marcorè.