Macerata, “Scuole sicure”: il 22 marzo giornata di riflessione con gli studenti

Il Teatro Don Bosco di Macerata (foto Luciana Nardella)

Promossa dal tavolo interistituzionale “Uniti contro le droghe”l’iniziativa si terrà al Teatro Don Bosco. In scena lo spettacolo “Lo Specchio” ideato e realizzato dalla Comunità di San Patrignano

MACERATA – Scuole sicure ovvero una giornata di riflessione sul tema delle tossicodipendenze organizzata e promossa dal tavolo interistituzionale Uniti contro le droghe che vede la Prefettura, i Comuni di Macerata e Civitanova, la Provincia, il Dipartimento delle dipendenze dell’Asur, l’Ufficio scolastico regionale sede di Macerata, le associazioni e le comunità terapeutiche insieme per la lotta contro le droghe e le dipendenze patologiche attraverso progetti e iniziative di contrasto e prevenzione, formazione, nonché informazione per diffondere tra i giovani e le famiglie la cultura della legalità ed il rispetto dei valori della persona umana.
L’iniziativa, rivolta agli studenti delle scuole medie e superiori, si terrà il prossimo 22 marzo, a partire dalle ore 9, al Teatro Don Bosco di Macerata dove, dopo il saluto del sindaco Romano Carancini e gli interventi del Prefetto Iolanda Rolli e del Direttore generale dell’Ufficio scolastico Regionale delle Marche, andrà in scena lo spettacolo” ideato e realizzato dalla Comunità di San Patrignano che collabora alla giornata:”Lo Specchio”- frammenti di una favol@cida.

“Fin dal 2012, grazie all’intuizione del vice prefetto vicario di allora Tiziana Tombesi – afferma il sindaco Romano Carancini – crediamo nel lavoro di squadra rivolto ai nostri giovani per la lotta alla diffusione dell’uso di sostanze stupefacenti e oggi questo impegno continua con Build the Future, progetto voluto e finanziato dalla Amministrazione comunale, che parla ai giovanissimi delle scuole medie per trasmettere il valore della prevenzione contro le droghe,  il male dei mali per i nostri ragazzi. Sottolineo l’importanza di questa giornata di riflessione che permette ai giovani di ritrovarsi con le Istituzioni, cosa non semplice di facile attuazione. Attraverso lo strumento culturale e creativo, quale è il teatro, verrà affrontato il tema della lotta contro le dipendenze e in particolare contro le droghe, argomento verso il quale non dobbiamo mai abbassare l’attenzione, anzi, piuttosto, sviluppare e favorire ogni possibile forma di conoscenza e di percezione”.

L’iniziativa, infatti, è un’ulteriore tappa che si aggiunge al lavoro costante che il Comune di Macerata sta portando avanti dal 2012, e che vede impegnati l’assessore alla Sicurezza Mario Iesari e l’assessora alla Scuola Stefania Monteverde, attraverso il tavolo interistituzionale contro le droghe.

Il Comune di Macerata è in prima linea nel sostenere e finanziare continue attività di incontro con i ragazzi delle scuole fin dai bambini delle scuole primarie, attraverso tanti progetti capillari come Build the future che coinvolge tutti gli alunni delle classi quarte e quinte e tutte quelle delle scuole medie e che vedrà la presentazione finale del lavoro svolto ad aprile.
Nello spettacolo che andrà in scena al Don Bosco, condotto da Pascal La Delfa, esperto in linguaggi artistici e multimediali per il sostegno alle fasce deboli, con Norma Ferri, pensieri, ricordi, emozioni di una ragazza che si trova verso la fine del suo percorso nella comunità di San Patrignano, vengono raccontati utilizzando come in uno specchio, dove scorrono i momenti importanti della sua adolescenza, del suo estraniamento e del suo percorso di autodistruzione.