Macerata, “Presente liberale”: ecco il nuovo laboratorio di idee

18

In autunno arriva il festival finalizzato a stimolare la discussione su importanti tematiche  legate alla contemporaneità: previsti appuntamenti, conferenze ed eventi con la presenza di eminenti personalità e con il coinvolgimento di cittadini e turisti

Comune di Macerata logoMACERATA – Debutta in autunno a Macerata un festival nuovo di zecca, nato da un serio e approfondito lavoro sulle idee: si intitola “Presente liberale” e rappresenta una novità assoluta nel panorama nazionale.
La manifestazione, ideata e organizzata dall’Amministrazione comunale, assessorato al Turismo ed Eventi, va ad arricchire il già ricco panorama delle kermesse cittadine ma con
un’impostazione e con finalità sinora inedite.
Il pensiero liberale sarà il fulcro tematico della rassegna, che si articolerà nel 2022 in due
diversi incontri, e che si prefigge di diventare negli anni a venire un appuntamento fisso per la diffusione e la promozione del pensiero liberale in Italia.
“Un nuovo evento che arricchisce il panorama culturale della città, fornendo un inedito punto di vista sul contemporaneo”, commenta il sindaco Sandro Parcaroli.
Un laboratorio di idee capace di stimolare la discussione su tematiche di fondamentale importanza legate alla contemporaneità, ricco di appuntamenti, conferenze ed eventi, che potrà accogliere e ospitare eminenti personalità e, al contempo, coinvolgere maceratesi e visitatori.
Scrittori, giornalisti, economisti, docenti, intellettuali di caratura nazionale e internazionale
saranno dunque i protagonisti del nuovo progetto che caratterizzerà, con un’originale chiave culturale, la politica dei Grandi Eventi cittadini con un nuovo format e nuovi target di pubblico.
Il Festival è organizzato con la collaborazione e la consulenza della casa editrice maceratese
Liberilibri, da decenni considerata con le sue pubblicazioni un faro del pensiero liberale in Italia.
“La nostra ambizione è che questo appuntamento possa essere il primo di una lunga serie
spiega l’assessore Riccardo Sacchi – e che la manifestazione possa crescere di anno in anno, diventando un vero e proprio punto di riferimento a livello nazionale per la conoscenza e l’approfondimento di tematiche legate al pensiero liberale. Uno spazio aperto alle idee, che si propone di aprire dibattiti, tracciare sentieri, sensibilizzando un pubblico sempre più ampio. È nostro proposito aprire un dibattito pubblico civile e stimolante a partire dai presupposti del pensiero liberale, offrendo così un approccio differente alle problematiche della società odierna”.
L’Amministrazione comunale – specifica Sacchi – intende sostenere la qualità dell’offerta turistico-culturale della città secondo un progetto organico, e proprio grazie a questa iniziativa siamo convinti che si possa finalmente esplorare tematiche forse ancora poco note e di sicuro poco trattate ma di fondamentale importanza per la crescita culturale”.
“Siamo felici che una casa editrice come la nostra, conosciuta e apprezzata nel panorama editoriale nazionale – fa sapere la Liberilibri – possa contribuire alla costruzione di un Festival dedicato al pensiero liberale proprio nella città di Macerata, un progetto a lungo raggio di grande interesse, che rappresenta per noi anche un’occasione unica e preziosa per far conoscere più da vicino a una vasta platea i contenuti del nostro lavoro”.

L’iniziativa si configura come evento di grande partecipazione, di coinvolgimento di cittadini,
partendo dagli studenti delle scuole e delle Università, passando per gli insegnanti e i professionisti, senza dimenticare le famiglie e i turisti, diventando occasione di promozione e valorizzazione del territorio. Tra i vari focus particolare rilevanza avrà l’approfondimento
dedicato alla giustizia, con declinazioni relative a temi specifici.