Macerata, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate: denunciato un 17enne

26

MACERATA – Alle 4 di domenica notte, una pattuglia della sezione radiomobile del N.O.R.M. della Compagnia Carabinieri di Macerata è intervenuta in Viale Roma per  un litigio tra giovani fidanzati.Poiché il ragazzo, diciassettenne, di origini marocchine, ma da tempo in Italia, non riusciva a calmarsi, è stata chiamata  un’altra pattuglia della Stazione Cc di Macerata e un’autombulanza del 118. Il giovane, presumibilmente sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, non riusciva a calmarsi e si è scagliato contro i carabinieri intervenuti con calci e pugni.

Due militari della sezione radiomobile hanno riportato lesioni giudicati guaribili uno in 20 giorni per una sospetta frattura della rotula e l’altro in 10 per contusioni ed escoriazioni varie, mentre  per un militare della stazione di Macerata il referto  parla di 7 giorni di riposo per varie contusioni ricevute sulle gambe a seguito dei calci del minorenne. Solo con l’ausilio del 118 è stato possibile immobilizzare il giovane e trasportarlo al Pronto Soccorso di Macerata per essere sedato e ricoverato.

Il minore è stato denunciato alla Procura della Repubblica dei Minorenni di Ancona per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate.