Fishmarche(t), il 17 e 18 dicembre 2022 a Senigallia

5

Al porto  di Senigallia la prima edizione dell’evento: due giorni di incontri, degustazioni e show cooking

SENIGALLIA – Il turismo è saper fare accoglienza e l’ospitalità è fatta di tanti fattori che a Senigallia si specchiano nell’Adriatico: la spiaggia, la ristorazione, prodotti ittici che ogni giorno arrivano nelle cucine senigalliesi e la marineria con il millenario quotidiano. Proprio alla marineria e alla pesca è dedicata la due giorni di Fishmarche(t), l’evento che sabato 17 e domenica 18 dicembre illuminerà il porto di Senigallia. Una prima edizione organizzata da Comune di Senigallia e Regione Marche, tra incontri, degustazioni, show, laboratori e arte per valorizzare la bellezza del nostro territorio e la qualità del pescato locale anche in ottica di sostegno all’economia del territorio e di sostenibilità ambientale.
Per l’assessore al Porto, Elena Campagnolo, Fishmarche(t) “rappresenta la continuazione ideale di Alici nel Paese delle Meraviglie dello scorso anno. Ancora una volta, grazie al finanziamento della Regione Marche, riusciamo a portare avanti un’iniziativa figlia di due obiettivi sui quali puntiamo da quando siamo arrivati al governo della città: l’attenzione alle dinamiche del porto e la destagionalizzazione turistica. Inserito nel cartellone degli eventi a ridosso del Natale, Fishmarche(t) farà sì che Senigallia possa avere, oltre alle bellezze, le prelibatezze, i negozi, le luci e le iniziative, anche un altro elemento per essere visitata che riguarda il pescato ittico locale. Il che significa anche dare una mano alle attività dei pescatori che sono elemento fondamentale per la nostra città”.
Un racconto che parla di tradizioni ma che sa anche guardare al futuro. Come, ad esempio, lo show cooking di domenica 18 (ore 12) che vedrà lo chef tristellato Michelin, Mauro Uliassi, lavorare gomito a gomito con le nonne marchigiane nella preparazione delle loro ricette segrete a base di pesce di stagione. Un viaggio tra nuovi sapori e aromi classici con aperitivi e degustazioni proposti da Tajamare, Scalo Zero, Patatas Nanas e Tenute Pieralisi.
“Oltre a essere il primo grande evento dopo il disastro dell’alluvione di settembre, per l’Amministrazione comunale Fishmarche(t) rappresenta un modo per rilanciare la città nel periodo invernale – sottolinea Alan Canestrari, assessore allo Sviluppo Economico – Senigallia è riconosciuta da tempo come la Città del Gusto grazie a ristoratori capaci di imporsi a livello internazionale e abbiamo deciso di legare questo aspetto alla tradizione e a elementi fortemente rappresentativi come il porto e il rapporto di Senigallia con il mare. Sarà un’occasione per valorizzare maggiormente le nostre tradizioni, i nostri locali e il nostro territorio, un’opportunità di confronto e condivisione che avrà come palcoscenico proprio il porto, centro nevralgico per progettare lo sviluppo e il futuro di Senigallia nei prossimi anni”.
Si parlerà anche di stagionalità e località del prodotto ittico come primo passo per pescare rispettando l’ambiente insieme allo chef Daniele Tantucci dell’Associazione Cuochi Marche (sabato 17 alle 11.30), mentre gli Amici del Molo ci intratterranno con storie e aneddoti sulla pesca, sulla vita marinara e sull’Adriatico. E ancora: “Amare il mare”, un racconto fotografico e un’esperienza audiovisuale alla riscoperta del mare e della pesca (Casa da mare, dalle 8 alle 20), e poi laboratori dedicati ai bambini dai 3 ai 10 anni organizzati da La Casa dei Bambini – Montessori Scapezzano, Factory Zero Zero, gli Amici del Molo e la Cooperativa Pescatori. Due giorni per raccontare l’Adriatico, per promuovere il pescato locale e rinnovare il legame della terra con il suo mare. Tutte le informazioni su fishmarchet.it