A Fermo la mostra fotografica “Benvenuti in Russia”

Visit RussiaFERMO – Dopo il grande e inaspettato successo ottenuto a Napoli alla Fiera del Riso a Isola della Scala, la mostra “Benvenuti in Russia” sbarca nelle Marche. Dall’11 ottobre le fotografie di una Russia inedita sono esposte nella splendida Villa Vitali (Ala Est) di Fermo. L’esposizione è organizzata da Visit Russia, rappresentanza dell’agenzia federale del turismo russo con foto di “RBTH-Rossiyskaya gazeta”.

L’interesse dei viaggiatori italiani verso la Russia è in costante crescita. Stando ai dati del consolato russo, confermati da quelli dei maggiori tour operator, negli ultimi 18 mesi il numero dei turisti italiani che hanno scelto la Russia come meta delle loro vacanze è aumentato del 16%.

Un trend in costante crescita, come in crescita è il numero di persone che non si limita alle sempre splendide Mosca e San Pietroburgo, ma che va alla ricerca di un Paese diverso, poco conosciuto e decisamente affascinante. Partendo proprio da questa curiosità e dalla desiderio degli italiani di conoscere un’altra Russia, l’Ente per il Turismo russo ha deciso di allestire questa mostra fotografica itinerante sulla Russia attuale e su quello sovietica.

Il periodo in cui sono stati realizzati questi scatti copre più di 100 anni di storia del nostro Paese. Più di 100 anni e 3 fasi storiche principali: Russia imperiale prima della rivoluzione dell’Ottobre 1917, periodo Sovietico e la nuova Russia.

La raccolta di foto permette di mostrare come abbiamo vissuto nell’ultimo secolo. I rappresentanti dell’agenzia federale del turismo russo Visit Russia hanno scelto tra diversi archivi fotografici russi scatti assolutamente inediti e sconosciuti al pubblico italiano. Sono state utilizzate fotografie d’archivio della RBTH, cosi come gli archivi del famoso giornale “Pravda’’ e fotografie fornite dagli uffici turistici delle regioni della Russia.

Della Russia in Italia si parla molto, ma quanto gli italiani la conoscono per davvero? Come hanno vissuto i nostri antenati, come viviamo oggi: prima, durante e dopo la cortina di ferro. In queste fotografie si narra la storia del nostro Paese analizzato da un punto di vista informale. Chi visiterà la mostra avrà l’occasione di ammirare anche scatti di celebrità internazionali come Gagarin, Gor’kij, Stalin, ma visti da un punto di vista nuovo, magari in compagni degli amici o in famiglia.

Attraverso le fotografie sarà possibile confrontare anche come sono cambiate le città: come erano 80 o 40 anni fa e come sono diventate ora. Gli italiani potranno conoscere anche avvenimenti pochi noti e interamente sconosciuti in Italia che hanno cambiato il nostro Paese e, di conseguenza, la moda, il modo di vivere e di relazionarsi della gente comune. Insomma, una mostra che vuole essere un manifesto di come è mutata la nostra vita quotidiana.

Ma non solo. Attraverso gli scatti sarà anche possibile ammirare le bellezze naturalistiche e paesaggistiche russe, i gioielli della nostra arte e della nostra cultura: un biglietto da visita per questo Paese. E per chi ha già avuto la fortuna di visitarlo, le fotografie possono rappresentare un tuffo nel passato e nei bei ricordi.