Fano, al Teatro della Fortuna il 26 aprile il concerto: “Amadeus il viaggio riparte”

13
teatro della fortuna
Teatro della Fortuna di Fano – Ph. Alessandro Santi

Il Teatro della Fortuna riapre con la musica dell’Orchestra Sinfonica Rossini

FANO  – Dopo sei mesi di chiusura  il Teatro della Fortuna di Fano riapre finalmente le porte al pubblico in presenza.
Lunedì 26 aprile alle 19.00 si alza il sipario con il concerto “AMADEUS il viaggio riparte”. Interpreti Francesco d’Orazio, violino solista e concertatore insieme all’Orchestra Sinfonica G. Rossini.
Lo hanno annunciato  la presidente della Fondazione Teatro della Fortuna Catia Amati e il presidente dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini Saul Salucci, che insieme a Comune di Fano hanno voluto fortemente dare questo segnale di ripartenza, senza attendere nemmeno un giorno dal momento in cui la normativa nazionale ha previsto la possibilità di riapertura dei teatri nelle regioni in zona gialla.
“E’ una grande emozione – ha esordito Amati – poter accogliere nuovamente il pubblico in sala. In questo lungo periodo di chiusura ci siamo reinventati per stare vicino al nostro pubblico, lo abbiamo fatto attraverso programmi di approfondimento, con i concerti in streaming e con le conferenze del progetto ‘Fuori il Sipario’, per questo voglio ringraziare tutto il personale tecnico e amministrativo”.

Al richiamo del teatro, quando si è avuta la certezza di poter riaprire, tutti hanno aderito, il Comune di Fano, la Fondazione Teatro della Fortuna e l’Orchestra Sinfonica G. Rossini anche se “con una piccola sofferenza nel cuore, preoccupati di quello che potrà succedere in futuro”, ha sottolineato la presidente di FTdF.

Saul Salucci, presidente Osr, ha definito “quasi commovente” la determinazione con cui Amati ha voluto questa riapertura: “appena si è intravisto uno spiraglio, mi ha proposto di ripartire, il risultato di riuscire a salire sul palco nel primo giorno di riapertura e di tornare a fare musica in presenza è frutto della collaborazione di tutti gli enti coinvolti”.
Un concerto che vede protagonista, insieme all’Orchestra Sinfonica G. Rossini, un artista di livello internazionale come Francesco d’Orazio, che nel 2010 è stato insignito del XXIX Premio Abbiati della Critica Musicale Italiana quale “Miglior Solista”, primo violinista italiano a ricevere questo prestigioso riconoscimento dopo Salvatore Accardo nel 1985.
Il programma musicale prevede:
G. Tartini Largo andante dal Concerto per violino in la maggiore D 96
W. A. Mozart Concerto per violino n. 3 in sol maggiore K 216
W. A. Mozart Sinfonia n. 14 in la maggiore K 114

“D’Orazio ha accettato l’invito della Fondazione con entusiasmo, consapevole del momento di grande difficoltà – ha posto l’accento Salucci -, siamo onorati di ripartire con un artista straordinario, abbiamo sempre tenuto alta la proposta con lo streaming e lo facciamo anche con la riapertura. Finalmente si potrà riassaporare l’acustica e il rituale della musica dal vivo, che prevede che lo spettatore sia fisicamente presente: solo così l’artista può dare il meglio di sé”.

Il concerto di lunedì è solo la prima pietra che la Fondazione Teatro della Fortuna, con tutto il suo consiglio di amministrazione, soci e sponsor, il Comune di Fano, la Banca di Credito Cooperativo di Fano, la Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, Aset spa, ha voluto mettere per la ripartenza. La prossima stagione, con gli spettacoli di prosa, la Stagione Sinfonica e la Stagione Lirica (quest’ultima organizzata con la Fondazione Rete Lirica delle Marche) è in fase di riprogrammazione con la previsione di tre ipotesi: lo streaming, una capienza del teatro al 50%, una capienza al 70%, dunque rimodulabile in base all’evolversi degli scenari. Durante l’estate si coglierà l’occasione di sfruttare gli spazi aperti, con maggiore capienza di pubblico, come la Rocca malatestiana.
“In un momento economico difficile voglio ringraziare soci e sponsor che ci hanno sostenuto – ha concluso la presidente Amati – investire sulla cultura è una scelta per dare speranza”.

La capienza massima del teatro per il concerto di lunedì è di 245 posti, variabile in base alla presenza o meno di spettatori congiunti, che acquisteranno il biglietto.
I biglietti sono in vendita al botteghino del Teatro della Fortuna.  L’accesso al botteghino avverrà nel pieno rispetto delle normative anti covid.
Il botteghino resterà aperto nei seguenti giorni e orari:

 domenica 25 e lunedì 26 aprile
Dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 19.00
Costo unico 5€

I biglietti potranno essere acquistati anche online sul sito www.vivaticket.it  ma andranno comunque ritirati al botteghino prima dell’inizio del concerto.