Fano, Dialoghi di Bioetica: il 30 gennaio primo incontro

13

Gli appuntamenti strutturati ,in forma di dialogo, saranno trasmessi in diretta sul canale YouTube del Sistema Bibliotecario di Fano

FANO  – Il Comune di Fano – Assessorato alle Biblioteche e il club di service Soroptimist di Fano propongono alla cittadinanza 5 incontri dal titolo “Dialoghi di Bioetica” strutturati in forma di dialogo tra la Professoressa Luisella Battaglia e una serie di personalità del nostro territorio, uomini e donne esperti dei vari settori trattati negli incontri.

“I temi posti scelti per questo programma, al centro della Bioetica, sono di estrema attualità e consentono di riflettere sull’ambiente, sulla sopravvivenza della specie umana, sulla medicina, sulla genetica, sul mondo animale e la sfera femminile: argomenti che non possono essere rimandati, ma ormai di emergenza assoluta, come ricorda anche l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità che tra i suoi 17 obiettivi include anche questi argomenti” dichiara l’assessore alle Biblioteche Samuele Mascarin, accogliendo la proposta del club fanese a suggello di un accordo sottoscritto da Soptmist e le biblioteche fanesi per promuovere la conoscenza e l’utilizzo delle biblioteche.

Il primo appuntamento è previsto per sabato 30 Gennaio 2021 dalle 17.00 alle 19.00

La Professoressa Luisella Battaglia, ospite di tutti gli incontri, è professore ordinario di Filosofia morale e di Bioetica alla Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Genova e dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli ed è un nome di grande rilievo nel campo della bioetica, da anni membro del Comitato Nazionale per la Bioetica.

“Come possiamo “dar corpo al futuro” a partire dai cambiamenti epocali di cui siamo testimoni? Siamo indubbiamente di fronte a sfide inedite, a eventi planetari – dal degrado ambientale allo sviluppo vertiginoso delle biotecnologie – che investono tutti i settori della nostra vita e sembrano sfuggire al nostro controllo. Ci sentiamo fragili, smarriti, vittime di poteri che ci sovrastano, prive di punti di riferimento che possano orientare il nostro agire e rendere il mondo ospitale e vivibile.” Secondo la professoressa Battaglia la bioetica ci permette di esercitarci sul futuro, impedendo di stravolgerlo accumulando errori a cui potremmo non riuscire a porre rimedio.

Gli appuntamenti saranno introdotti da Francesca Del Vecchio, Presidente del Soroptimist Club di Fano. “La nostra società dominata da mercato e spinta dai consumi finisce per mettere in secondo piano i fattori esistenziali che consentono di” essere felici”. E questo pesa specialmente sul genere femminile, sia sulla salute che sulla cura.” dichiara la presidente del club Soroptmist di Fano, ricordando gli scopi del club Soroptimist “Soroptimist International è un’associazione mondiale di donne di elevata qualificazione professionale, che opera, attraverso azioni concrete, per la promozione dei diritti umani, l’avanzamento della condizione femminile e l’accettazione delle diversità. Le socie rappresentano nel proprio Club diverse categorie professionali, favorendo così il dibattito interno, l’ampia circolazione d’idee e la creazione di progetti e service efficaci. Per questo sono grata a Simonetta Alfassio Grimaldi, che sarà la prima a dialogare con la Professoressa Battaglia, per aver curato questa proposta così interessante con la collaborazione del Sistema Bibliotecario della città, servizio che crediamo sia per la città veicolo di conoscenza e di dibattito.”

Tutti gli incontri si svolgeranno il sabato dalle 17:00 alle 19:00 e saranno trasmessi in diretta sul canale YouTube del Sistema Bibliotecario di Fano.

PROGRAMMA

30 Gennaio 2021
“La specie umana sopravviverà?“
dott.ssa Simonetta Alfassio Grimaldi
Biologa, ambientalista e socia Soroptimista

La bioetica ambientale si interessa alle questioni connesse alle conseguenze pratiche del rapporto tra l’uomo e la natura, riservando attenzione particolare alla “questione ecologica” e ai rapporti tra diritto, economia e sviluppo sostenibile.

27 Febbraio 2021
“Medicina saggia e rispettosa“
dott. Carlo Alberto Brunori
Dirigente Unità Operativa Semplice Dipartimentale di Cure palliative presso l’Hospice “Il Giardino del Duca”di Fossombrone

La bioetica medica riguarda la salute (sperimentazione clinica, trapianti, rapporti tra medico e paziente) e la morte dell’uomo (accanimento terapeutico, dichiarazioni anticipate di trattamento, eutanasia).

27 Marzo 2021
“Manipolazione genica”
dott.ssa Barbara Citterio
Ricercatrice Microbiologia Generale Università di Urbino e socia Soroptimista

Uno dei tanti campi di interesse della bioetica coinvolge la modificazione del patrimonio genetico a scopo tecnico, clinico e scientifico. Le biotecnologie, essendo un mero strumento nelle nostre mani, non sono di per sé stesse negative, ma è l’intento con cui eventuali manipolazioni del codice genetico vengono effettuate che può creare problemi etici.

24 Aprile 2021
“Animali: sono davvero i nostri fratelli minori?”
dott.ssa Emanuela Giovannelli
Biologa e Direttrice U.O. Ecologia Urbana del Comune di Fano

Il rapporto degli esseri umani con li altri animali è bipolare: da un lato vi è una forte attrazione, dall’altro vengono condannati alle peggiori torture. La cultura umanistica e scientifica e l’educazione emotiva sono gli antidoti al veleno dell’indifferenza e della violenza, in grado di metabolizzare ed imbrigliare il “lato oscuro” dell’umanità.

29 Maggio 2021
“La salute delle donne”
dott.ssa Maria Cleofe Contardi
Responsabile U.O. di Psicologia ospedali Marche Nord e socia Soroptimista

La nostra società dominata da mercato e spinta dai consumi finisce per mettere in secondo piano i fattori esistenziali che consentono di” essere felici”. E questo pesa specialmente sul genere femminile, sia sulla salute che sulla cura.