“Bagliori di Pace”: oggi il concerto alla Basilica di Loreto

30

LORETO –  Oggi, martedì 22 novembre alle ore 21.00 presso la Basilica Pontificia della Santa Casa di Loreto si terrà il concerto per la Pace “Bagliori di Pace”. Ingresso libero. Il concerto è promosso dall’Associazione culturale LeMuse, nell’ambito di Marche Festival, con il patrocinio del Comune di Loreto – Assessorato alla Cultura.

Protagonisti saranno il “Coro Polifonico Città di Tolentino” diretto dal M° Aldo Cicconofri e l’Italian Saxophone Quartet composto da Federico Mondelci sax soprano, Julian Brodski sax alto, Silvio Rossomando sax tenore, Michele Paolino sax baritono.

«Come direttore artistico di Marche Festival sono particolarmente felice di presentare un progetto che mi sta profondamente a cuore, sia per l’alto valore musicale sia per l’alto messaggio che veicola al pubblico. Il titolo del concerto “Bagliori di Pace” esprime la speranza verso un mondo dove le guerre non dovrebbero più esistere, proprio come recita il titolo di una delle opere in programma “Amao Omi”, del compositore georgiano Giya Kancheli, che letteralmente significa “Guerra insensata”. Le voci del coro e i degli strumenti risuoneranno nella splendida Basilica della Santa Casa di Loreto, luogo simbolo di fede e di speranza, insieme ad altre composizioni tra cui lo Stabat Mater composto da Daniele Gasparini, che verrà eseguito in prima esecuzione assoluta – afferma Federico Mondelci, presidente dell’Associazione Culturale LeMuse Come presidente dell’Associazione Lemuse che ha curato l’organizzazione dell’evento mi preme ringraziare l’Arcivescovo Mons. Fabio Dal Cin, il Rettore della Basilica Padre Alessandro Ferrari per aver reso possibile l’evento e il Comune di Loreto, Assessorato alla Cultura, per il patrocinio»

Un itinerario musicale che da una Lauda francescana arriva fino a Morricone e ai nostri giorni. Il forte messaggio di pace contenuto in alcune opere musicali è attuale, in particolare nel brano “Amao Omi” del compositore georgiano Gya Kancheli che il musicista Federico Mondelci ha eseguito in occasione di un prestigioso concerto al Duomo di Milano. Proprio dalla suggestione di questa opera nasce il titolo del concerto “Bagliori di Pace”, il cui testo contiene una implorazione contro il dolore e la sofferenza causati delle guerre, generando un messaggio di speranza. In programma anche lo Stabat Mater di Daniele Gasparini, compositore senigalliese pluripremiato in concorsi nazionali e internazionali, scritto per l’occasione e presentato in prima assoluta.

Questo evento «conferma una volta di più, se mai ce ne fosse bisogno, la percezione che si ha di Loreto come Città della Pace. Una pace che trova il suo strumento ideale di espressione nella musica e nel suo linguaggio universale. Già nel luglio scorso abbiamo avuto l’onore e il privilegio di ospitare il Concerto dell’Amicizia di Riccardo Muti, che ha lanciato un fortissimo messaggio internazionale di pace proprio da questo Santuario: il concerto si pone in ideale continuità –sottolineano Moreno Pieroni, Sindaco del Comune di Loreto, e Francesca Carli, Assessore alla Cultura del Comune di Loreto- Trovo bellissimo anche il titolo ‘Bagliori di Pace’, che richiama alla memoria quelli portati a Loreto da tre grandi costrutturi di Pace: Giovanni XXIII, Madre Teresa di Calcutta e Mikayl Gorbaciov che proprio da qui vollero lanciare il loro appello per un mondo migliore».

DI SEGUITO ULTERIORI INFORMAZIONI:

CORO POLIFONICO “CITTA’ DI TOLENTINO”

direttore

M° ALDO CICCONOFRI

ITALIAN SAXOPHONE QUARTET

Federico Mondelci, Julian Brodski

Silvio Rossomando, Michele Paolino

PROGRAMMA

Lauda francescana Madonna de claritate

Edvard Grieg Ave Maris Stella

Javier Busto Ave Maria

Johann Sebastian Bach Aria

Samuel Barber Adagio Op11

Ennio Morricone The Mission

Daniele Gasparini Stabat Mater (Prima esecuzione assoluta)

Gya Kancheli Amao Omi

Il Coro Polifonico “Città di Tolentino“, nato nel 1980, ha svolto un’intensa attività concertistica sia in Italia che all’estero (Germania, Francia, Grecia, Polonia, Spagna, Olanda, Austria, Repubblica Ceca, Belgio, Lettonia, Russia e Portogallo).
Ha organizzato 26 edizioni del Festival di Cori Polifonici “Città di Tolentino” nell’ambito del quale si svolgono convegni e un cartellone di concerti. Ha partecipato a diversi concorsi corali risultando I classificato al Concorso Internazionale di Novy Bor (Boemia) e II classificato al Concorso di elaborazione ed esecuzione di Canto popolare di Verona.Ha pubblicato diversi CD ( Misa Criolla e Navidad nuestra di A. Ramirez – Vigiliae, opera originale dedicata a S. Nicola da Tolentino – Cantautori italiani in Coro , arrangiamenti per Soli, Coro e Strumenti di M. Zuccante – Gospel Mass di Robert Ray ) ed eseguito in prima nazionale opere di compositori Italiani e stranieri.
Il coro propone nei concerti brani di autori, epoche e stile diverso, dalla musica antica fino alla contemporanea, e i programmi comprendono spesso anche titoli del repertorio jazz ed elaborazioni di musica popolare ( Sacred Concert” di Duke Ellington, Festino nella sera del Giovedì grasso di A. Banchieri, Ever green americane, Requiem di W.A. Mozart, Requiem di G. Fauré, Canzoni napoletane, Stabat Mater di G. Rossini, brani a cappella di compositori contemporanei, Carmina Burana di C. Orff).

Aldo Cicconofri si è diplomato in Canto (ramo didattico) ed in Musica corale e Direzione di Coro presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze. Ha insegnato Direzione di Coro nei Conservatori di Foggia, Perugia e Pesaro.

Svolge da molti anni l’attività di Direttore di coro collaborando con diverse formazioni (Coro dell’Università di Macerata, Coro Polifonico Città di Tolentino, Ensemble Comedia Harmonica).
E’ stato fondatore e presidente dell’ A.R.CO.M. (Associazione Regionale Cori Marchigiani), vicepresidente e componente della Commissione artistica della Federazione Nazionale Italiana delle Associazioni Regionali Corali. E’ Presidente dell’Associazione Chorus Inside Marche aderente alla Federcori Nazionale.
Ha raccolto molti canti popolari della Regione Marche classificandoli per generi ( canti e giochi infantili, canti di lavoro, canti di questua, stornelli, dispetti, canti religiosi ) e ha curato l’elaborazione e l’esecuzione corale di alcuni di essi.
Tiene Corsi di direzione di coro e didattica musicale in Italia e all’estero e ha tenuto Masterclass di Direzione di Coro presso importanti università straniere (Vienna, Granada e Astana).

L’Italian Saxophone Quartet, fondato da Federico Mondelci, è formato da solisti che hanno messo la loro esperienza al servizio della musica da camera. Finalizzato in particolare alla valorizzazione del repertorio del Novecento e contemporaneo il quartetto ha ormai ottenuto consensi in concerti tenuti per prestigiose organizzazioni in Europa, Giappone, Stati Uniti, Bermuda, Spagna, Russia, Libano.

Si è inoltre distinto vincendo concorsi internazionali di Musica da Camera quali il “Premio Ancona” presieduto da Goffredo Petrassi.

Il gruppo si esibisce come solista a fianco di orchestre sinfoniche e collabora attivamente con i compositori del nostro tempo. Ha inciso per importanti etichette le pagine più significative del repertorio: segnaliamo tra tutti i CD Delos con composizioni di Iturralde, Piazzolla, Nyman e il recente CD “The Italian Way” con autori classici e musica da film per l’etichetta giapponese “Da Vinci”.