Castelraimondo, il 27 ottobre “Il Coraggio e la Passione” con Paolo Crepet

82

La lezione Spettacolo si terrà presso la sala congressi del Relais Borgo Lanciano

CASTELRAIMONDO (MC) –  Sabato 27 ottobre ,alle ore 21.00, presso la sala congressi del Relais Borgo Lanciano, a Castelraimondo, si terrà la lezione Spettacolo “Il Coraggio e la Passione” di Paolo Crepet, evento realizzato con il finanziamento della Regione Marche all’interno del Progetto GIRAVOCE, che vede capofila l’Associazione Scacco Matto Onlus di Matelica, e partner numerosi Enti, Istituzioni ed Associazioni del territorio, tra cui il Comune di Castelraimondo che ha partecipato attivamente nelle diverse fasi di realizzazione dell’iniziativa.
Per fronteggiare «la più grande urgenza sociale odierna», Paolo Crepet propone a genitori, educatori e, in particolare, a quei «nativi digitali» che si accingono a esplorare la propria esistenza in una società ipertecnologica un «ipotetico inventario» di alcune declinazioni del coraggio in vari ambiti dell’esperienza umana (il coraggio di educare, di dire no, di ricominciare, di avere paura, di scrivere, di immaginare, di creare…). Un inventario concepito come un’associazione di idee, un brain-storming, un esercizio utile per stimolare adulti e non ancora adulti a ritrovare la forza della sfacciataggine e la capacità di resistenza che la vita ogni giorno ci chiede.

Crepet parla soprattutto di un’altra e più ambiziosa forma di coraggio e di passione. Quella che dobbiamo inventarci per creare un nuovo mondo, se non vogliamo che siano altri a inventarlo per noi; quella che i giovani devono riscoprire per non ritrovarsi tristi e rassegnati a non credere più nei loro sogni; quella che tutti devono scovare in se stessi per iniziare un rinascimento ideale ed etico. Perché, alla fine, il coraggio e la passione sono la magica opportunità che permette di capire il presente e di costruire il futuro.
Il coraggio, come dice il prof. Crepet, è la forza straordinaria che ha permesso agli esseri umani di sopravvivere, ma se si supera la soglia della sopravvivenza, può essere considerato coraggio l’indignazione, la resilienza, la disobbedienza, l’andare controcorrente. Ed il coraggio supremo penso sia la forza di cambiare, di mutare, di trasformarsi, di vincere la nostra atavica accidia, vedere il mondo da altre prospettive, per intenderci il coraggio della libertà, il coraggio di superare e vincere gli stereotipi ed inseguire un desiderio che sia il nostro.”
All’evento sono invitati tutti i Sindaci, gli Assessori alle Politiche Giovanili degli Ambiti Territoriali Sociali 17 e 18, i Responsabili dei Servizi Sociali, i Referenti delle Associazioni partner, gli studenti delle scuole superiori di Camerino, Matelica e San Severino Marche, gli studenti universitari, gli Educatori, gli insegnanti e le famiglie.

Ingresso gratuito.