Camerino, esito incontro su ricostruzione e sviluppo della regione

CAMERINO –  Si è svolto questo pomeriggio a Camerino l’incontro sul “Patto per la ricostruzione e lo sviluppo della regione Marche”. Presenti, tra gli altri, il presidente dell’Istao Pietro Marcolini , diversi sindaci marchigiani e l’assessore regionale Angelo Sciapichetti ,che ha dichiarato:

E’ la prima uscita che facciamo per illustrare un lavoro molto partecipato e che è stato voluto fortemente dall’Assemblea legislativa del Consiglio e dalla Giunta delle Marche facendo una sintesi di tutte le proposte avanzate e arrivando ad una soluzione che ha messo d’accordo un po’ tutti attraverso il coinvolgimento delle quattro Università marchigiane, associazioni di categoria, organizzazioni sindacali, della Conferenza episcopale e di tante altre istituzioni.

Un lungo percorso di confronto, concertato che ha portato alla stesura del Patto per la ricostruzione e lo sviluppo della regione Marche e che noi proponiamo al fine di essere il vero volano di sviluppo per un territorio che deve essere rigenerato da qui ai prossimi anni. La ricostruzione abitativa post sisma deve essere accompagnata da quella socio economica e per questo che abbiamo fatto un passo in avanti nel tramutare un progetto per il territorio”.

Obiettivo del Patto è quello di sviluppare una responsabilità collettiva di un’intera comunità e delle istituzioni per un cambiamento strategico orientato alla ricostruzione e allo sviluppo del territorio, puntando sulla sostenibilità sociale, ambientale e culturale. Lo scopo è quello di poter contrastare il rischio di impoverimento socio-demografico ed economico delle aree colpite dal sisma, valorizzando le risorse disponibili e promuovendo investimenti, attraverso il coinvolgimento di rappresentanti istituzionali, sociali, economici e accademici.

Secondo le strategie delineate dal Patto, la ricostruzione non dovrà essere solo materiale, dei danni subiti, ma dovrà interessare il tessuto economico e sociale, orientando lo sviluppo dell’intero sistema regionale. Il sisma nell’accentuare ulteriormente le debolezze dei territori ha mostrato un sistema economico già sofferente per il perdurare della ormai decennale crisi internazionale. Per questo attraverso il Patto per la Ricostruzione e lo Sviluppo si vuole rivedere la visione del sistema Marche evidenziando le peculiarità e definire le linee guida per un percorso di sviluppo coerente e consapevole.