Ballottaggi, domenica 19 giugno urne aperte dalle 7 alle 23

Elezioni comunaliSAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono due i Comuni marchigiani oltre i 15.000 abitanti che domenica 19 giugno andranno al ballottaggio per eleggere il nuovo sindaco.

A San Benedetto l’ex consigliere regionale del Pd Paolo Perazzoli, sostenuto dal centrosinistra, a spoglio ultimato è in testa con il 45,9% dei voti sul candidato del centrodestra Pasqualino Piunti, fermo al 30,4%.

A Castelfidardo, a scrutinio definitivo, Henry Adamo, della Lista civica Solidarietà popolare, è in vantaggio sul candidato del Movimento 5 Stelle Roberto Ascani: Henry Adamo ha ottenuto al primo turno il 29,1% dei consensi contro il 25,9% di Ascani. In calo l’affluenza: 62,64% contro il 69,21% delle comunali 2011, dove però si votava in due giorni.

Urne aperte dalle 7 alle 23. Il voto si ritiene valido anche quando l’espressione del voto stesso sia stata apposta fuori dallo spazio concernente il nominativo del candidato, ovvero sul contrassegno di un gruppo o di una lista collegati. Nel secondo turno non esiste il voto disgiunto. E’ nullo, quindi, il voto dato a un candidato sindaco e contestualmente alla lista che sostiene l’altro candidato.

Per poter votare l’elettore dovrà esibire la tessera elettorale insieme a un documento di riconoscimento. In caso di smarrimento della tessera può essere richiesto un duplicato all’ufficio Elettorale del Comune, aperto nei giorni antecedenti l’elezione dalle 8.30 alle 12.30 e dal venerdì anche dalle 15 alle 18, e poi la domenica per tutta la durata delle operazioni di voto. Per richiedere il duplicato della tessera elettorale occorre presentare all’ufficio la domanda, compilata su apposito modulo da richiedere sempre all’ufficio Elettorale o scaricabile dal sito Internet del Comune di residenza.