Ancona, intervento del sindaco Mancinelli al Convegno “Quale città”

24

ANCONA – Il sindaco Valeria Mancinelli e con lei la città di Ancona, testimonial  venerdì scorso alla sessione “Città e identità” del convegno “Quale città. Identità, dimensioni, bellezza e diritti di cittadinanza”, organizzato all’Ex Aurum di Pescara.

La prima cittadina è intervenuta insieme con il sindaco di Pescara Carlo Masci. “La geografia fa destino – ha affermato nel suo intervento – perché è un forte elemento identitario. Elementi fondamentali sono il lavoro, l’arte, la cultura, l’architettura. Il ruolo del porto in una città come Ancona è ovviamente fondamentale. L’esperienza di governo di questi anni nel capoluogo marchigiano insegna che se la città riconquista la fiducia in sé stessa, se fa cose, se le trasformazioni avvengono veramente e non sono solo argomento di discussione, allora si rafforzano il senso di identità e di appartenenza, un senso di identità che non si sviluppa contro qualcuno, ma riesce a valorizzare i talenti che possiede. E il senso di appartenenza allora si traduce nell’orgoglio di mostrare al mondo la bellezza, la capacità di costruire, i talenti”.

“Quale Città” è un evento coordinato dal dipartimento di Architettura dell’Università di Chieti Pescara, con l’alto patrocinio del Senato della Repubblica e con il patrocinio della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, in collaborazione con Limes – Rivista di Geopolitica, Rivista della Corte dei Conti, Rppress e SIAE, con l’Officina del Senatore Luciano D’Alfonso e con il sostegno di WOO_mezzometroquadro.

L’incontro di ieri è stata l’occasione per un confronto a tutto campo sui temi più attuali della governance delle città, con un parterre di ospiti molto ampio e qualificato: hanno dialogato insieme amministratori, rettori di numerose università, urbanisti. Tra i sindaci presenti, anche il primo cittadino di Atene.

Informazioni dettagliate sull’evento sono reperibili all’indirizzo https://www.woomezzometroquadro.org/qualecittà