Risorse per la ricostruzione, dalla Regione una campagna per informare i cittadini

di Mauro Rutolo

Ceriscioli 1

ANCONA – Poche, troppo poche perché non ci sia un problema di comunicazione: questa è l’idea nata e cresciuta in seno alla Presidenza della Regione Marche davanti alle poche decine di richieste di accesso alle risorse per la ricostruzione per i cittadini, con danno e lieve, e le imprese, qualsiasi tipo di danno, mentre potrebbero essere migliaia le persone nelle condizioni di presentare la richiesta di accesso a strumenti e risorse messi a disposizione dalla Regione per iniziare a ricostruire quanto il sisma ha distrutto.

Per questo motivo la Regione Marche ha pianificato una campagna finalizzata a informare i cittadini, campagna che non lesinerà nessun mezzo d’informazione, dalla carta stampata alla tv fino alle radio e al web, senza dimenticare le tradizionali brochure informative, separate per cittadini e imprese, e i punti d’informazione con addetti a spiegare i punti più complessi delle modalità per presentare le domande, termine ultimo fissato al 31 luglio, informazioni che sono già disponibili presso gli uffici della ricostruzione ad Ascoli e Macerata e il sito dedicato al sisma dalla Regione.

A presentare il progetto a Palazzo Raffaello, nei giorni scorsi, sono stati il Presidente della Regione Luca Ceriscioli (foto), l’Assessore alla Protezione Civile Sciapichetti e l’Assessore a Turismo e Cultura Pieroni. Oltre a illustrare il piano appena varato il Presidente e gli Assessori hanno anche fatto il punto sulla situazione attuale, dal numero degli sfollati, ad oggi circa 25.000, sulla progressiva liquidazione delle fatture degli hotel in cui sono alloggiati 5.030 sfollati, ad oggi coperta al 72% per un ammontare di oltre 17 milioni di euro.

L’assessore Pieroni ha poi rassicurato tutti i cittadini che in questo momento non hanno un tetto sulla disponibilità di strutture che li possano ospitare, mentre proseguono i rientri nelle abitazioni o in altre sistemazioni, su questo punto Pieroni si è soffermato spiegando che si sta procedendo in collaborazione con i sindaci secondo criteri di oggettività, sindaci con cui è previsto un nuovo incontro già mercoledì, cui seguirà un incontro anche con i cittadini ospiti delle strutture ricettive.