Valanga Hotel Rigopiano, morti i marchigiani Marco Vagnarelli e Paola Tomassini

170
Marco Vagnarelli e Paola Tomassini
Marco Vagnarelli e Paola Tomassini

FARINDOLA (PE) – Anche Marco Vagnarelli e Paola Tomassini risultano tra le vittime dell’Hotel Rigopiano. I corpi senza vita della coppia, originaria di Castignano (Ascoli Piceno), sono stati riconosciuti dai famigliari ieri nel tardo pomeriggio all’obitorio dell’ospedale civile ‘Santo Spirito’ di Pescara. Marco lavorava alla Whirpool di Comunanza, mentre Paola, originaria di Montalto Marche, era una dipendente dell’autogrill di Cupra Marittima, sull’A14.

Nei giorni scorsi il sindaco di Castignano, Fabio Polini, aveva confermato che i due erano tra i dispersi sotto le macerie dell’albergo: “Nessuno dei due, purtroppo, risponde alle telefonate dei familiari – aveva dichiarato Polini subito dopo aver saputo della tragedia – Siamo molto preoccupati per la loro sorte. Speriamo bene”. Purtroppo l’epilogo non è stato positivo. A Castignano vivono i genitori e il fratello di Vagnarelli.

In un video che la Tomassini aveva postato sul suo profilo Facebook durante la mattina del 18 gennaio, quindi poche ore prima della valanga, si sentono pronunciare dalla donna queste parole che oggi suonano come un triste presagio: “Non ci posso credere, noi rimaniamo quassù per sempre”. Molto probabilmente una battuta, più che una frase allarmata, ma che comunque fa capire in quale situazione di emergenza straordinaria si trovassero in quel momento gli ospiti dell’Hotel Rigopiano.