A Tolentino la mostra “Giorgio Ciommei Homo faber. L’artefice dell’onirico”

154

Il  Politeama ospiterà la mostra del grande artista tolentinate dal 4 dicembre 2021 al 15 gennaio 2022

TOLENTINO – Pittore, disegnatore, incisore, scultore, Giorgio Ciommei nella sua lunga carriera ha tenuto numerose esposizioni nelle Marche e in importanti gallerie nazionali. Il Politeama e l’Accademia Filelfica di Scienze, Lettere ed Arti, con il patrocinio del Comune di Tolentino, rendono omaggio al grande artista tolentinate con una mostra dal titolo GIORGIO CIOMMEI Homo faber. L’artefice dell’onirico, che sarà visitabile dal 4 dicembre 2021 al 15 gennaio 2022, con ingresso libero.

Giorgio Ciommei inizia la sua carriera artistica negli anni ‘60 partecipando a mostre collettive e tenendo numerose “personali”, sia nella regione d’origine (Macerata, Ancona, Recanati, Fabriano, Civitanova, Potenza Picena, Porto San Giorgio, Sassoferrato) che in importanti esposizioni e gallerie nazionali (Spoleto, Novara, Mestre, Sansepolcro). Confrontandosi con le diverse correnti d’arte contemporanea, ha preso parte ad alcune fra le principali rassegne del settore, come il “Premio Città di Matera”, “Agugliano Arte”, “Expo Arte Brescia” e la “Biennale Internazionale dell’Umorismo nell’Arte” di Tolentino, ricevendo numerosi e prestigiosi premi. Tra le sue esposizioni più significative ricordiamo: alla Pinacoteca civica di Macerata, nel 1991, con testimonianze critiche di Maria Giovanna Battistini, Valerio Volpini, Elverio Maurizi, Anna Caterina Toni e Marino Mercuri; al Museo della Caricatura di Tolentino, dove nel 2000 si è tenuta a cura del suo direttore artistico, Melanton, un’ampia antologia che ha presentato l’attività pittorica e grafica svolta dall’artista nell’arco di più di quarant’anni. A Tolentino Ciommei ha lavorato in più occasioni per l’affermata Biennale Internazionale dell’Umorismo: in particolare si ricorda la sua riuscitissima invenzione de Il giullare per la decima edizione del 1979. Tra le sue prime opere sono note le tempere del 1962 Vascello fantasma e Samurai, in cui le sue creature fantastiche si trovano ad abitare uno spazio chiuso, scavato nel buio, senza orizzonti, dove prevale il senso di oppressione ed insieme la forza provocatoria dell’immagine.

Le opere del maestro impreziosiranno gli spazi del Politeama di Tolentino dal 4 dicembre 2021 al 15 gennaio 2022. La mostra sarà visitabile con ingresso libero nei seguenti orari: DICEMBRE dal lunedì alla domenica dalle ore 17 alle ore 20 (chiuso nei giorni 24-25-31 dicembre); GENNAIO dal lunedì al sabato dalle ore 17 alle ore 20 (chiuso il 1° gennaio). Tutte le attività del Politeama si svolgono nel rispetto delle normative anti Covid-19, l’ingresso è consentito esclusivamente ai possessori del Green Pass “rafforzato”.

Politeama|Corso Garibaldi, 80|62029 Tolentino (MC)|T.+39 0733 968043|www.politeama.org