Spaccio stupefacenti, chiuso bar di Recanati

Il locale sottoposto a controlli il 18 gennaio scorso è stato chiuso con provvedimento del Questore di Macerata

MACERATA – Dopo aver raccolto le segnalazioni di alcuni sindaci in relazione a criticità emerse nei rispettivi comuni, cosi’ come disposto dal Questore Antonio Pignataro, nella serata del 18 gennaio gli uomini della Divisione di Polizia Amministrativa e della Squadra Mobile della Questura di Macerata, con l’ausilio della Polizia Municipale di Recanati e del Nucleo Cinofili antidroga della Polizia, avevano sottoposto a controllo diversi locali della provincia, con l’obbiettivo di contrastare i reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti , al gioco d’azzardo e alla ludopatia.

Tra i locali sottoposti a controllo, anche un bar di Recanati frequentato da moltissimi giovani. Nella circostanza gli agenti avevano identificato numerose persone quasi tutte di giovane età, alcune delle quali, alla vista della Polizia, si erano disfatte della droga che avevano addosso tant’è che terra e all’interno del bagno del locale, erano stati rinvenuti 54 grammi di marijuana divisa in dosi, alcune dosi di cocaina e tre grammi di hashish, nonché un bilancino elettronico di precisione, segnali evidenti di una attività di spaccio posta in essere nel locale. Inoltre, all’interno della stanza in cui erano in funzione videogiochi, era stata trovata una ragazzina minore degli anni 18.

A seguito della sopraindicata attività e dei gravi fatti riscontrati come il rinvenimento e sequestro di sostanze stupefacenti suddivise in dosi pronte per la cessione ed assunzione e la presenza di una minorenne all’interno della sala slot, il locale in questione è da considerarsi pericoloso per l’ordine e la sicurezza pubblica, essendo ritrovo di persone dedite all’assunzione di sostanze stupefacenti.

Per questi motivi nel pomeriggio di ieri, anche a tutela delle giovani generazioni che frequentano solitamente il bar in questione divenuto luogo di ritrovo, il Questore di Macerata Dott. Antonio Pignataro, ha inteso procedere alla chiusura del locale.