Rugby Jesi ’70, Open day al campo di via Mazzangrugno

20

Programmate  tre giornate 5, 11 e  25 settembre  per conoscere “meta” e palla ovale

JESI – Si comincia domenica prossima, 5 settembre, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18: un Open Day speciale, rivolto ai più piccoli ma anche a tutti i grandi. A provare sul campo, ovviamente in forma del tutto gratuita, assistiti dai tecnici del Rugby Jesi ’70 pronti a fornire tutte le informazioni e le spiegazioni richieste, potranno essere non soltanto i bimbi e le bimbe del minirugby e di tutte le categorie giovanili ma anche, se vorranno, i loro genitori.

«Un Open Day aperto a tutte le fasce d’età, dai giovanissimi fino agli over 40 della Old- spiega Luca Faccenda- saremo al campo per tutta la giornata, pronti ad accogliere tutti e tutte e a stare insieme, per far incontrare o conoscere meglio lo sport del rugby e tutta la nostra realtà».

Nella cornice del doppio impianto jesino, fra il campo in erba e il sintetico del “Quaresima”, una giornata di festa per la famiglia del Rugby Jesi ’70 e per tutte quelle che avranno l’opportunità di avvicinarsi, con possibilità di ristoro al pub ristorante pizzeria della Club House “Terzo Tempo”.

L’appuntamento, con gli stessi orari, si ripeterà poi sabato 11 settembre, questa volta dedicato ai piccoli dai 2 ai 6 anni del Go-all, per l’Open Day riservato al progetto per l’attività motoria dei bambini avviato dallo scorso maggio in collaborazione anche con altre realtà sportive del territorio: fra corse, percorsi, piccoli esercizi effettuati non solo con l’ovale del rugby ma anche con i palloni da calcio e pallacanestro, si promuove lo sviluppo di abilità di base come equilibrio e coordinazione, secondo una progressione specifica studiata per ciascuna età.
Infine, sabato 25 settembre, il Rugby Jesi ’70 non mancherà di essere presente per l’appuntamento nazionale con l’Open Day indetto su tutto il territorio dalla Federazione Italiana Rugby. Jesi, con la sua struttura all’avanguardia nel centro Italia e l’organizzazione che la rendono punto di riferimento per il movimento non solo nelle Marche, farà con entusiasmo la propria parte