Matelica, Natale 2018: ecco il programma

Le Luci d’Artista donate dalla città di Salerno,musica, teatro, mercatini, animazioni e feste della tradizione nel programma messo a punto dall’Amministrazione comunale grazie all’apporto di tante realtà cittadine

MATELICA (MC)  –  Il Magico Villaggio del Natale si accende a Matelica con le Luci d’Artista, le spettacolari opere d’arte luminosa della città di Salerno. Con questa novità si apre il calendario delle iniziative che l’Amministrazione comunale ha messo a punto per le Festività insieme con l’Associazione Pro Matelica e grazie all’apporto dei comitati di quartiere e di tante realtà associative.

Il programma è stato presentato oggi al Teatro Piermarini dall’assessora alla Cultura e al Turismo del Comune di Matelica, Cinzia Pennesi, dal consigliere Marco Ferracuti e dal presidente dell’Associazione Pro Matelica Claudio Marani.

Luci d’Artista è un’esposizione di opere d’arte luminosa en plein air che attira ogni anno nella città campana migliaia di visitatori e che quest’anno abbraccia anche Matelica grazie al generoso dono del Comune di Salerno. Allestite lungo corso Vittorio Emanuele, le installazioni luminose sono ispirate ai mosaici del Duomo di Salerno e sono realizzate con materiali di recupero dall’artista Enrica Borghi.

Un bellissimo gesto di solidarietà – ha detto l’assessora alla Cultura e al Turismo del Comune di Matelica, Cinzia Pennesi – di cui ringraziamo di cuore il sindaco Vincenzo Napoli e tutta la città di Salerno. Grazie a queste opere e all’albero in piazza Mattei addobbato con oggetti fatti a mano, possiamo davvero dire che a Matelica il Natale è bello anche di giorno. Un Natale che è soprattutto partecipazione, costruito grazie all’impegno e all’entusiasmo di tutta la città”.

Eloquenti le parole del sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, che ha fatto giungere un suo messaggio: “Abbiamo inteso contribuire a donare un piccolo segno di solidarietà ad una popolazione che sentiamo molto vicina ai nostri cuori. Anche la nostra terra ha conosciuto lutti e devastazioni per il terremoto e ben possiamo comprendere quanto difficili siano le condizioni logistiche e morali della popolazione di Matelica. In questo contesto così complicato serve tutto: sostegni concreti per la ricostruzione ma anche segni e simboli che aiutino a ritrovare il senso pieno della comunità.”

Claudio Marani, presidente di Pro Matelica, ha parlato dello speciale addobbo dell’albero realizzato in collaborazione con l’associazione “MatelicaNoi” e dell’impegno di tutti i quartieri per “La magica Festa di Natale” di domenica 16, ricordando anche il tradizionale “Natalissimo” del 21 dicembre al teatro Piermarini con i bambini protagonisti. Un contributo, quello dei cittadini, anche in termini di creatività, secondo le parole di Marco Ferracuti, che ha sottolineato anche il grande lavoro dell’Unità operativa del Comune e il contributo delle aziende locali, in particolare della ditta Fratelli Gionchetti di Matelica, che ha trasportato gratuitamente le opere da Salerno.

Il programma si aprirà l’8 dicembre alle ore 17.30 in centro storico, con la cerimonia d’accensione del grande albero in piazza Mattei e delle Luci d’Artista, con videoproiezioni e canti natalizi eseguiti dai cori della città.

Il Magico Villaggio del Natale prenderà poi vita con spettacoli di artisti tra fiaba e realtà, con elfi, maghi, principesse e, ovviamente, Babbo Natale. Fino al 6 gennaio ci sarà l’imbarazzo della scelta, con mercatini, spettacoli e concerti, letture e animazione per la gioia dei più piccoli e le feste della tradizione a cura dei comitati di quartiere.

Un Teatro Piermarini sempre vivo, con un’anteprima nazionale (“Nemo” il 16 dicembre), l’immancabile appuntamento con il gospel (il 26) e una Festa della musica con la reunion delle band attive a Matelica 30 anni fa (4 gennaio); grazie alla collaborazione dell’Associazione produttori del Verdicchio inoltre, il Foyer del Teatro ospiterà degustazioni e musica dal vivo. Braccano, già meta di tanti visitatori per i suoi murales, sarà costellata di presepi. Sabato 5 gennaio tutti ad attendere l’arrivo della Befana, con una notte bianca fino allo spettacolo serale di fuochi d’artificio a tempo di musica.