Macerata, “La maledizione di Triboletto” in scena al Lauro Rossi

A “Finalmente domenica!” il teatro ragazzi incontra l’opera lirica 

MACERATA – Domenica 7 aprile alle 17 al Teatro Lauro Rossi di Macerata con “La maledizione di Triboletto. Ovvero la triste storia di Rigoletto” ultimo appuntamento di “Finalmente domenica!”, la rassegna di teatro per bambini e tutta la famiglia promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Macerata insieme all’Amat.
Una rassegna, che anche quest’anno ha riscosso un grande successo di partecipazione, su cui l’Amministrazione comunale ha investito convinta che rappresenti un’importante opportunità formativa per i bambini e che sia un’occasione preziosa per avvicinarli al teatro accompagnati da tutta la famiglia.
Lo spettacolo di domenica parla di opera lirica ed è proposto in collaborazione con il Macerata Opera Festival.
“Che soddisfazione vedere il teatro pieno di bambini – sottolinea l’assessora alla Cultura Stefania Monteverde – vederli ridere e emozionarsi con il teatro, ascoltare le storie dell’opera e scoprire che parlano delle cose di tutti. È importante che si investa sul teatro ragazzi, fa crescere meglio.”
Lo spettacolo di domenica è interpretato da Federica Falasconi (pianoforte e drammaturgia musicale), Ferruccio Finetti (Triboletto) e Debora Virello (narrazione e personaggi, drammaturgia e regia), e racconta la storia di Rigoletto, una storia di maledizioni, amori, tradimenti, travestimenti, scambi di identità e morte. Ma Rigoletto è anche una storia di censura, cambi di nomi e ambientazioni obbligati da un particolare clima storico. Rigoletto, insomma, è una storia tribolata intesa come vicenda narrativa e ha una storia tribolata anche come genesi dell’opera. Per rendere giustizia a tutte queste tribolazioni ecco la scelta di rendergli l’originario nome di Triboletto, anche perché nome più adeguato a un vero protagonista fiabesco. E restituire tutta la vicenda a una dimensione fiabesca, dove palazzi ducali, buffoni gobbi, taverne notturne e terrificanti cadaveri nei sacchi la fanno da padroni, come in una fiaba dei fratelli Grimm, è l’intento di questa operazione artistica.

Un Triboletto raccontato come una fiaba della tradizione orale, un Triboletto per voci e musica strutturato come un intreccio di parole, note, ritmo e azioni che abbiano come focus centrale le vicende dell’opera e la sua fruizione da parte dei bambini. Un Triboletto con scene e costumi di Dino Serra fortemente evocativi e funzionali al racconto e all’immaginazione.
Informazioni e prevendite biglietteria dei Teatri 0733 230735, Teatro Lauro Rossi 0733 256306 la domenica di spettacolo dalle ore 15.30. Biglietti posto unico numerato intero 8 euro, ridotto 5 euro.