Macerata, immigrazione clandestina: due espulsioni e una denuncia

MACERATA – Ieri mattina, nell’ambito dei controlli finalizzati a contrastare i reati connessi all’immigrazione clandestina,sono stati espulsi un nigeriano e un pakistano ed è stata denunciata una cittadina ucraina.Le attività sono state svolte dal personale dell’Ufficio Immigrazione, diretto dal vice questore Maurizio Marcucci.

Il cittadino pakistano, 35 anni, al quale era stato diniegato l’asilo politico, presentatosi presso lo sportello dell’Ufficio Immigrazione, e’ stato colpito da provvedimento di espulsione prefettizia e intimato dal Questore a lasciare il territorio italiano entro 7 giorni.

Stesso iter burocratico e’ stato effettuato sempre dalla sezione espulsioni nei confronti di un cittadino nigeriano, 27 anni, rintracciato dalla volante dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico nei pressi di un centro commerciale dove chiedeva l’elemosina.

Il nigeriano, poiche’ privo di documenti e destinatario anch’egli di un rifiuto del permesso di soggiorno del Questore di Macerata e del diniego della protezione internazionale, veniva colpito da espulsione emessa dal prefetto di Macerata Iolanda Rolli e scortato dal personale della Questura che lo ha accompagnato al centro di permanenza e rimpatri di Potenza.

Invece, una cittadina dell’ucraina, presentatasi per chiedere un permesso di soggiorno, e’ risultata clandestina e pertanto deferita all’autorita’ giudiziaria per il reato di immigrazione clandestina ai sensi dell’art. 10 bis del Testo Unico immigrazione. La stessa ha poi espresso la volonta’ di chiedere asilo politico.