Macerata, al Teatro Lauro Rossi la XXXV edizione della rassegna di Nuova Musica

64

di Marta Palazzini

La conferenza stampa della XXXV edizione della rassegna di Nuova Musica

MACERATA – Presentata la XXXV edizione della rassegna di Nuova Musica, che si terrà al Teatro Lauro Rossi dal 27 al 29 marzo, e poi ancora venerdì 31.

“Macerata davvero si distingue anche come Città della Musica – afferma il vice sindaco e assessore alla cultura, Stefania Monteverde – la nostra filiera musicale è davvero tra le più importanti d’Italia e questo è sicuramente un segno di grande forza del nostro territorio!”.

Interviene poi il curatore della Rassegna, Gianluca Gentili: “Siamo arrivati alla 35° edizione, abbiamo avuto circa 280 compositori e oltre 350 esecutori, per questo possiamo affermare che questo è un festival importante nel panorama nazionale per storia e prestigio. Quest’anno abbiamo pensato a quattro giorni da trascorrere con un gruppo di giovanissimi, con l’Ensemble L’arsenale, Simone Beneventi, Fausto Bongelli e la Form Ensemble (Filarmonica marchigiana)”. Inoltre le serate verranno trasmesse in differita da Rai Radio 3.

Tra i partner consolidati ci sono l’Accademia delle Belle Arti, l’APM e Quodlibet; avviata una nuova collaborazione con l’Università di Macerata: “In questa rete siamo noi i nuovi, questo perché c’è un rinnovato interesse nei confronti del nostro territorio; pensiamo che questa esperienza possa rappresentare un momento di crescita personale e professionale per i nostri studenti, per far loro acquisire quelle competenze trasversali che si sviluppano al di fuori dell’ambito accademico”.

Ci sarà, infatti, una serie di appuntamenti tra gli studenti e i musicisti della Rassegna; il primo è fissato per lunedì 27 marzo alle ore 11.30 al Teatro Lauro Rossi: il direttore artistico Gianluca Gentili presenterà agli studenti il programma della manifestazione, la sua storia e la sua organizzazione. In tale occasione verranno distribuiti 30 biglietti gratuiti. L’inizio è alle ore 21.15, ingresso 5 euro, mentre per gli studenti il prezzo è ridotto a 3 euro.