Macerata, al Teatro Lauro Rossi va in scena “Antigone”

47

Lo  spettacolo è un adattamento del testo di Sofocle in chiave contemporanea a cura di Luigi Moretti e Adriano Ferri

MACERATA – Martedì 26 febbraio la stagione di prosa del Teatro Lauro Rossi di Macerata, presenta “Antigone” con David Anzalone e Francesca Berardi, Filippo Mantoni, Alain Marin, Valentina Illuminati, Stefania Cempini e Luigi Moretti che firma anche la regia, la compagnia del Centro Teatrale Senigalliese

Lo spettacolo, proposto fuori abbonamento nella stagione realizzata dal Comune di Macerata con l’AMAT, è un adattamento del testo di Sofocle in chiave contemporanea a cura di Luigi Moretti e Adriano Ferri, drammaturgo anconetano. Antigone prende vita in primo luogo dall’esigenza di recuperare il ruolo sociale e collettivo dell’atto teatrale quale momento di condivisione, riflessione, incontro tra esseri umani e scambio all’interno della comunità, come accadeva anticamente in Grecia. In secondo luogo, dal desiderio di interrogarsi sulla giustizia e sul senso dell’etica nella società. Il testo classico incontra dunque il contemporaneo e i suoi temi.

Tanti giovani e studenti animeranno il Teatro Lauro Rossi di Macerata in occasione dello spettacolo nell’ambito del progetto “Scuola di platea”, voluto dal Comune di Macerata e ideato e condotto da AMAT, grazie al quale la proposta teatrale diventa occasione privilegiata per un progetto culturale di crescita della collettività e delle nuove generazioni: “Avvicinare i giovani al teatro, stimolare la loro curiosità, sviluppare e rendere più acuta la sensibilità critica è un obiettivo per la crescita della città” interviene il vice sindaco e assessore alla Cultura Stefania Monteverde.

Il progetto Scuola di Platea si svolge con gli studenti degli istituti superiori di Macerata – Liceo Scientifico, Liceo Classico – . Saranno circa 50 i ragazzi accompagnati dai professori che assisteranno allo spettacolo dopo aver svolto nelle rispettive scuole incontri di preparazione alla visione dello spettacolo.

Costumi e scene dello spettacolo sono di Stefania Cempini, la realizzazione della scena di Guerrino Andreani, il disegno luci di Francesco Mentonelli.

Informazioni sullo spettacolo: biglietteria dei Teatri 0733 230735. Inizio spettacolo ore 21.