Fossombrone, promozione pratica sportiva presso la casa di reclusione

26

Nell’ambito del progetto “Una comunità in movimento”, 98 ore di intervento nella casa di reclusione di Fossombrone durante il 2021

FOSSOMBRONE (PU) – Sono state ben 98, nel 2021, le ore di intervento del progetto “Una comunità in movimento” presso la casa di reclusione di Fossombrone. Si tratta di una iniziativa composta da attività di promozione dell’attività fisica e sportiva in particolare attraverso il calcio.
L’attività, organizzata dall’Unione Sportiva Acli, è riservata ai detenuti e viene realizzata a seguito della stipula ed al rinnovo del protocollo d’intesa tra il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e l’Unione Sportiva Acli nazionale, grazie al contributo che viene concesso dalla Regione Marche (L.R. 28/2008 – coordinamento a cura dell’Ambito sociale territoriale di Pesaro).
Grazie alla stipula, ed al rinnovo, del protocollo nazionale d’intesa tra Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e U.S. Acli, nella nostra Regione l’Unione Sportiva Acli Aps ha realizzato diversi interventi, a partire dal 2018, nelle strutture di Ascoli, Fossombrone e Fermo, negli ultimi 2 anni ovviamente tenendo presenti le varie misure di contenimento del Covid19.
Con questa iniziativa l’Unione Sportiva Acli Aps si pone di promuovere la pratica sportiva all’interno dell’istituto penitenziario, nella consapevolezza del significativo ruolo svolto dallo sport per la promozione del benessere psicofisico delle persone detenute, per l’educazione a corretti stili di vita, favorendo al tempo stesso forme di aggregazione sociale e di positivi modelli relazionali di sostegno al FOSSOMBRONE percorso di reinserimento.