Fermo, rapina aggravata: denunciati due uomini

28

FERMO – Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Sezione Operativa e della Stazione di Fermo, in collaborazione con il Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno concluso un’accurata e tempestiva attività investigativa che ha portato all’individuazione e denuncia di due individui responsabili di una rapina aggravata ai danni del distributore IP sito in contrada Val d’Ete di Fermo. Grazie all’analisi dei filmati degli impianti di videosorveglianza è stato identificato l’autore materiale della rapina, un 41enne di Prato residente a Monteprandone (AP), già noto alle forze dell’ordine. Inoltre, è emerso che un 53enne campano residente a Porto San Giorgio (FM), in un primo momento individuato come testimone, aveva invece svolto il ruolo di basista, supportando da vicino l’esecuzione del colpo, sfruttando il rapporto di amicizia instaurato con la vittima. Il 12 novembre scorso, un dipendente del distributore IP era stato minacciato da uno sconosciuto armato di pistola, che si era fatto consegnare l’incasso della giornata, ammontante a circa €11.000,00 per poi dileguarsi a piedi. I Carabinieri erano intervenuti prontamente dopo la segnalazione, avviando le indagini e il sopralluogo tecnico presso il distributore, svolto dai militari specializzati del Nucleo Investigativo. Il materiale raccolto ha permesso di ottenere un decreto di perquisizione domiciliare emesso dall’autorità giudiziaria nei confronti dei due complici. La perquisizione ha consentito il rinvenimento dell’arma utilizzata, un revolver scacciacani abilmente modificato, e degli indumenti utilizzati per il colpo. Al momento, non sono state trovate tracce del denaro asportato. L’Arma dei Carabinieri ribadisce il proprio impegno nella lotta contro la criminalità e invita alla massima collaborazione la cittadinanza. La prontezza e l’efficienza dimostrate in questa operazione confermano il costante impegno dei Carabinieri di Fermo nella tutela della sicurezza pubblica.