Fano, presentato BrodettoFest 2020: dal 30 aprile al 3 maggio la XVIII edizione

Nuovo look, nuove date, il gusto di sempre per l’evento che celebra la tradizione gastronomica:più spazio a pesca e marineria, l’arrivo del villaggio delle eccellenze, un lungomare ancor più gourmet

FANO (PU)  – Anticipa di due mesi le date, lancia la versione “smart” del nome e si prepara a un tripudio di profumi e assaggi di cucina gourmet. Da giovedì 30 aprile a domenica 3 maggio 2020, Fano (PU, Marche) torna a essere la capitale italiana delle zuppe di pesce per la XVIII edizione del BrodettoFest, manifestazione dedicata al piatto povero della tradizione marinara, organizzata da Confesercenti di Pesaro e Urbino e Comune di Fano, con il contributo di Regione Marche e con la collaborazione di Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e Camera di Commercio delle Marche.

“Siamo felici di annunciare – ha detto Massimo Seri, sindaco di Fano – che la manifestazione si svolgerà in primavera, un periodo che ci permetterà di esaltarne tutti gli ingredienti: il gusto di un grande piatto, l’importanza della pesca e marineria fanese; la bellezza del territorio; il valore del comparto della ristorazione e del turismo. Inimitabili elementi di una città dove si vive bene”.
“Il Festival compie oggi 18 anni – ha detto Pier Stefano Fiorelli, presidente Confesercenti Pesaro e Urbino – e li celebra con una serie di novità che si pongono l’obiettivo di aumentare l’attrattività turistica e di valorizzare il territorio e i suoi tesori, come il comparto della pesca e della marineria. Protagonisti dell’edizione 2020 saranno infatti i pescatori locali, che stiamo coinvolgendo nel programma dell’evento con iniziative dedicate: eventi informativi ed esperienziali. I primi informeranno il pubblico sulle attività della pesca, i secondi accompagneranno i visitatori tra degustazioni ed esperienze… in mare. E grazie anche a loro, il lungomare di Fano sarà ricoperto da un’ondata di brodetto… ancor più di qualità”.

LE NUOVE DATE
Il Festival anticipa il suo svolgimento ponendosi un importante obiettivo: allungare, dalla primavera, la stagione turistica della città.

“Il Festival è garanzia di successo – ha aggiunto Etienn Lucarelli, assessore al Turismo di Fano – ha 18 anni alle spalle, è un evento solido e amato. È riuscito a portare a Fano i migliori chef di tutta Italia, ad attirare migliaia di visitatori, a calamitare l’attenzione delle più importanti testate specializzate e generaliste nazionali. Anticiparlo a maggio, lontano dal calendario di appuntamenti enogastronomici italiani, ci permetterà di offrire una nuova proposta di viaggio per i turisti e una nuova proposta di intrattenimento per i fanesi”.
La kermesse non cambia solo il mese ma anche l’orario di svolgimento: il programma del Festival proporrà una serie di appuntamenti dalle 10 del mattino fino al primo dopocena. Le nuove date saranno annunciate a tutta Italia lunedì 10 febbraio alla BIT di Milano che ospiterà, nello stand della Regione, la presentazione ufficiale dell’evento a giornalisti, operatori del settore e pubblico.

“La Regione Marche – ha evidenziato Renato Claudio Minardi, vice presidente del Consiglio regionale delle Marche – continua a sostenere con forza il BrodettoFest e plaude al cambio di date: una scelta azzeccata che permetterà di tutelare la qualità dei piatti proposti dai ristoratori e di incentivare la proposta turistica di Fano rispondendo alle richieste dei ‘viaggiatori del gusto’, un percentuale di turisti in continua crescita che la Regione Marche può intercettare con semplicità, presentando tutto il bello e il buono delle sue eccellenze enogastronomiche. Una Regione nominata Best in Travel 2020 dal colosso delle guide turistiche Lonely Planet”.

Novità della XVIII edizione sarà infatti, il villaggio delle eccellenze marchigiane, area interamente dedicata alle bontà enogastronomiche della “Top Region 2020” come indicato dalla guida Lonely Planet: Casciotta d’Urbino Dop, il Bianchello del Metauro Doc rappresentato dal gruppo “Bianchello d’Autore”, Prosciutto di Carpegna Dop, l’olio Cartoceto Dop. Una risposta gustosa alla richiesta dei turisti enogastronomici che continuano a crescere in numero ed esigenze (+16% di interesse dal 2016, motivo di viaggio per circa il 53% dei viaggiatori di tutto il mondo).

Il lungo ponte che da giovedì 30 aprile a domenica 3 maggio 2020, lontano dal periodo del fermo pesca (previsto dal 17 agosto al 15 settembre 2020) supporterà inoltre le preparazioni delle zuppe di pesce alla fanese e degli altri piatti a base di pescato che i ristoratori presenti sul Lungomare serviranno.

“Il lavoro di Confesercenti – ha sottolineato Adolfo Ciuccoli, presidente Confesercenti Fano – è volto a tutelare e sostenere le attività commerciali del territorio. Le nuove date e il nuovo format del BrodettoFest permetteranno di assolvere alla triplice funzione della kermesse: onorare un grande piatto, attrarre pubblico e richiamare, sul lungomare Simonetti, un maggior numero di ristoratori della città. Gli chef, lontani dagli impegni dovuti all’intenso lavoro estivo, potranno regalare al pubblico una proposta più accattivante della loro interpretazione del piatto. Gli stessi ristoratori trarranno vantaggio anche dalle nuove date del FUORIBRODETTO, evento collaterale in continua crescita, in programma dal 9 maggio al 7 giugno, che permetterà ai ristoranti delle province di Pesaro e Urbino e di Ancona di proporre la zuppa a prezzo convenzionato”.

IL NUOVO NOME, LA NUOVA IMMAGINE
La Borsa internazionale del turismo sarà anche il palco da cui saranno lanciati, a livello nazionale, il nuovo nome – smart, fresco, più comunicativo e giovane – e la nuova immagine del BrodettoFest: un’esplosione di gusto, ingredienti semplici e genuini, una mazzola che guizza fuori dal pomodoro, elementi simbolici di un piatto capace di trasformare il pesce “povero” in elemento “nobile” e regalare – mixandolo con concentrato di pomodoro e aceto di vino – un piatto che è un tripudio di gusto.

IL PROGRAMMA

In programma, in una inebriante passeggiata a pochi metri dal mare (lungomare Simonetti, zona Lido, ingresso gratuito): lo spettacolo offerto dal tempio del gusto, il Palabrodetto, in cui il pubblico potrà degustare i piatti di chef blasonati durante i cooking show e che ospiterà la sfida dedicata alle interpretazioni della zuppa di pesce dell’ADRIATICOntest; il divertimento del MeetMoretta, un lounge bar dedicato alla bevanda tipica dei pescatori di Fano che ospiterà le gare che coinvolgeranno barman di spicco. E ancora presentazioni di libri, laboratori di cucina, concerti, focus d’approfondimento dedicati all’ambiente marino e alla sua tutela; gli appuntamenti del palco centrale, luogo deputato a spettacoli, musica e show di cucina; il “Brodetto & Kids”: spazio pensato per far conoscere ai bimbi il mare Adriatico e le degustazioni del vino della provincia, il Bianchello del Metauro Doc rappresentato dalle cantine del progetto “Bianchello d’Autore”:

“Siamo orgogliosi di aver contribuito a far sì che il Bianchello del Metauro sia ufficialmente il vino del territorio – ha detto Carla Fiorini, dell’omonima cantina di Terre Roveresche, tra le 9 del progetto ‘Bianchello d’Autore’ -. Il nostro lavoro di produttori alla ricerca continua di perfezionamento del prodotto deve andare di pari passo con la promozione e il racconto di questo vino, a partire dalla presenza della Doc negli eventi enogastronomici locali, soprattutto se di valore come il BrodettoFest, e dalla sua presenza nella carta dei ristoranti”.

Numerose le novità in serbo per la XVIII edizione del BrodettoFest, kermesse che, negli anni, con il nome di “Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce”, ha sancito Fano come “capitale del Brodetto”. Sul suo palco-cucina si sono già alternati chef del calibro di Moreno Cedroni, Mauro Uliassi, Giorgio “Giorgione” Barchiesi, Stefano Ciotti, Andy Luotto, Andrea Mainardi, Enrico Recanati, Hirohiko Shoda, Luigi Pomata, Igles Corelli, i Costardi Bros, Carmelo Carnevale. Ma altri grandi nomi – noti al grande pubblico anche per la loro mediaticità – hanno già confermato la loro adesione e saranno presentati nelle prossime settimane.

NEWS, FORMAZIONE ED ESPERIENZE DEDICATE A PESCA E MARINERIA
Ancor più formativo, ancor più divertente. Il BrodettoFest sarà anche luogo in cui il mondo della pesca e della marineria si darà appuntamento per scandire l’agenda 2020 del settore, divulgare le ultime notizie, coinvolgere il pubblico attraverso esperienze emozionali (come escursioni in barca) e degustazioni. Proposte che arricchiranno il programma dell’iniziativa sostenuta, per il terzo anno consecutivo, dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali.

FANO E IL BRODETTO DI PESCE
Il brodetto – che fa parte della storia di Fano, quanto cultura, mura, chiese e antiche vestigia – è nato a bordo dei pescherecci come pesce “povero”. La sua è una ricetta semplice e versatile che sarebbe potuta finire nel passato gastronomico marchigiano se Confesercenti Pesaro e Urbino non avesse avuto l’intuizione di recuperare storia e onori di questo grande piatto, rilanciarlo e, per 18 anni, rendergli onore attraverso il Festival del Brodetto e all’iniziativa collaterale FUORIBRODETTO che, per più di un mese (9 maggio – 7 giugno 2020), coinvolgerà i ristoranti della provincia di Pesaro e Urbino e di Ancona nel proporre la zuppa ad un prezzo convenzionato.