Caserma Carabinieri di Camerino, definito l’accordo: i commenti

L’ultima parola ai consigli comunali dei Comuni dell’Unione Montana

MACERATA – Si è svolto ieri, presso la Prefettura di Macerata, l’incontro da tempo programmato per proseguire l’iter per l’assegnazione di parte del Palazzo dell’Unione Montana Marca di Camerino all’Agenzia del Demanio per la collocazione della caserma della Compagnia Carabinieri di Camerino.
È stata una riunione positiva ed utile a definire gli aspetti tecnici mancanti necessari per perfezionare una volontà politica di disponibilità verso l’Arma già espressa nello scorso dicembre dall’Unione Montana” queste le parole a caldo del Presidente dell’ente, Alessandro Gentilucci. “Adesso, prima di firmare la convenzione con l’Agenzia del Demanio, occorrono passaggi che competono ai consigli comunali dei Comuni che fanno parte dell’Unione, perché approvino la decisione odierna e consentano al sottoscritto di firmare un accordo condiviso e responsabilmente partecipato. Sono lieto di poter dire che, conclusi questi ultimi atti, l’Agenzia del Demanio metterà a disposizione fino a 5 ml di euro per la sistemazione di quella parte di immobile destinata alla caserma per un numero di anni predefinito”.
Di nuovo dunque l’Unione Montana Marca di Camerino manifesta una volontà chiara e concreta di disponibilità e collaborazione candidandosi ad ospitare la nuova sede della Compagnia Carabinieri di Camerino dando così continuità ad un servizio fondamentale per la sicurezza dell’intero territorio camerte.

SBORGIA: “ACCORDO DEFINITO PER UN SERVIZIO FONDAMENTALE PER TUTTO IL TERRITORIO”

Soddisfazione a Camerino, dopo l’incontro avvenuto in Prefettura, a Macerata, per l’iter dell’assegnazione all’agenzia del Demanio di una parte del palazzo dell’Unione Montana Marca di Camerino da destinare alla caserma dei Carabinieri camerte. Proprio da parte del primo cittadino di Camerino, Sandro Sborgia, arriva un elogio all’operato di tutte le parti in causa e in particolare del presidente dell’Unione Montana Marca di Camerino, Alessandro Gentilucci:

“Abbiamo definito le linee guida per l’accordo che prevedono prima di ogni cosa l’assegnazione dello stabile a titolo gratuito all’agenzia del Demanio per 60 anni. Siamo felici dell’esito e della definizione dell’accordo perché l’Unione Montana ha dimostrato che quando ci sono interessi comuni la cosa più importante è sempre remare nella stessa direzione – afferma Sborgia – E’ stato dissipato ogni tipo di dubbio sulla volontà di cedere lo stabile e grazie a questo lungimirante accordo la struttura sarà messo a posto investendo 5 milioni di euro. Un ringraziamento particolare da parte mia va al Prefetto Iolanda Rolli per la sua azione di mediazione e per essersi spesa affinchè andasse tutto a buon fine. Non ultimo, la città e l’intero territorio potranno contare sui servizi della Caserma. Prima di firmare la convenzione saranno necessari dei passaggi che spettano ai consigli comunali dei Comuni che fanno parte dell’Unione affinchè approvino la decisione e consentano di firmare un accordo condiviso e partecipato. Entro il 20 novembre, diciamo che potremo chiudere definitivamente l’accordo e sicuramente voglio porre l’accento sulla disponibilità e la collaborazione del presidente Alessandro Gentilucci capace di dimostrare grande sensibilità nei confronti di quello che è un servizio necessario per tutto il territorio camerte”