Camerino, nuova sede del Comune: al via la gara d’appalto

13

CAMERINO – È stata aperta la gara d’appalto per la realizzazione della nuova sede provvisoria del Comune di Camerino, nel quartiere Vallicelle. L’Amministrazione comunale di Camerino ha pubblicato il bando nei giorni scorsi che prevede la scadenza per la presentazione delle offerte entro il 30 dicembre alle ore 14.
La partecipazione è consentita solo in via telematica. Dal momento in cui la ditta vincitrice dell’appalto si aggiudicherà i lavori, avrà 160 giorni di tempo per completare l’opera dell’importo di un milione e 758 mila euro. La nuova sede provvisoria del Comune occuperà una superficie di circa mille metri quadrati, prevede l’installazione di strutture prefabbricate che ospiteranno tutti gli uffici comunali, ora dislocati in tre diverse palazzine dopo sisma del 2016. Procede, dunque l’iter, che ha subìto qualche rallentamento a seguito della pandemia.

Dopo la presentazione del progetto, a maggio 2019, è stato approvato dall’Ufficio speciale per la ricostruzione e nel luglio 2019 ha ottenuto il via libera dal capo nazionale di Protezione civile Angelo Borrelli, che ne ha anche approvato l’importo di spesa: la nuova sede sarà, infatti, completamente finanziata con i fondi del sisma. Lo scorso maggio sono state avviate le indagini archeologiche preventive, dalle quali la Soprintendenza ha dato il via libera, quindi a ottobre è stato approvato il progetto esecutivo. La pubblicazione del bando per l’aggiudicazione della gara d’appalto è l’ultimo passo prima dell’inizio dei lavori che, se non ci dovessero essere ulteriori intoppi, concluderà i passaggi amministrativi entro gennaio.
Il progetto definitivo è stato redatto dall’architetto Marco D’Annuntiis dello studio Mda Architetti associati di Corropoli (Teramo).